Rino Solinas racconta la tragedia dei sardi a Itri

SANTA TERESA. “Le campane suonarono a stormo”, la tragedia degli operai sardi a Itri. È l’ultimo romanzo di Rino Solinas, 63 anni, originario di Pattada, gallurese d’adozione, da 40 anni lavora e...

SANTA TERESA. “Le campane suonarono a stormo”, la tragedia degli operai sardi a Itri. È l’ultimo romanzo di Rino Solinas, 63 anni, originario di Pattada, gallurese d’adozione, da 40 anni lavora e vive con la sua famiglia a Santa Teresa. Nella sua quinta opera letteraria si mescolano narrativa e storia, attraverso un’intrigata vicenda con personaggi e fatti che fanno da sfondo a un avvenimento dai contorni tragici. Nel 1911 a Itri, piccolo paese allora in provincia di Caserta, al grido di «Morte ai Sardegnoli», centinaia di operai sardi, giunti in paese per i lavori della direttissima Roma–Napoli furono aggrediti, molti di loro vennero massacrati. Con una storia d’amore Solinas ricostruisce uno scenario ricco di particolari, sia nella descrizione degli ambienti che dei personaggi, con i loro sentimenti autentici e profondi. Viene da chiedersi se quanto narrato descriva un particolare momento storico, o se rappresenti una situazione vissuta dall’Italia di oggi. Il filo conduttore del romanzo è una pagina storica importante per la Sardegna. «Rilevante e poco conosciuta – dice Solinas –. La versione nota sinora sui “fatti di Itri” è lacunosa, priva dei molteplici aspetti legati a quella feroce aggressione». Il suo dunque è anche un lavoro di studio, di analisi. «Durante le ricerche ho conosciuto Pino Pecchia, studioso e profondo conoscitore di quanto accadde a Itri – racconta –. L’anziano ricercatore, entusiasta del romanzo storico, mi ha mostrato i suoi studi, ampiamente documentati da fonti certe».

Un romanzo verità su una pagina di storia di oltre un secolo fa che ben si presta a creare un dibattito pubblico. Un incontro non solo letterario quello del 27 aprile alle 17, al teatro Nelson Mandela. «Dopo 5 anni di ricerche, approfondimenti e stesura – commenta -, spero di essere riuscito col dovuto garbo narrativo a scrivere un'opera letteraria utile, soprattutto a ridurre i campanilismi tra chi ancora si interessa del caso». (w.b.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes