Nel Puc di Olbia 5 campi da golf, uno anche a Capo Ceraso

Sono previsti nelle linee guida del Piano insieme ad altrettanti hotel cinque stelle

OLBIA. Il Puc versione Nizzi rinverdisce i campi da golf. Nelle linee guida del Piano urbanistico ce ne sono cinque, collegati ad altrettante strutture alberghiere di lusso. Alcuni riesumano vecchi e controversi progetti. Come il 18 buche nella collina di Sa Testa, a Pittulongu. E nella zona di Capo Ceraso, per intenderci il master plan di Costa Turchese della famiglia Berlusconi. Un terzo è nei terreni di Razza di Juncu, al confine tra Olbia e Arzachena, di proprietà della Qatar holding. Un altro è stato pensato nella frazione di Rudalza-Porto Rotondo e uno tra Murta Maria e la discarica di Spiritu Santu. I punti in cui l’amministrazione vuole spalmare rotoli di erbetta verde non sono dettagliati. Si tratta di macroaree che verranno definite solo in una fase più avanzata del Puc. Per adesso sono solo cinque generici cerchiettoni verdi su una mappa della costa olbiese.

Giovedì in aula. Risale a un mese fa la presentazione delle linee guida del Puc in Consiglio comunale. Con l’impegno previsto dalla legge di riunire l’assemblea un mese dopo. Giovedì maggioranza e opposizione tornano in aula per discutere un solo punto. L’adeguamento del Puc al Piano di assetto idrogeologico, il Pai, e al Ppr, il Piano paesaggistico regionale. Nei giorni scorsi si è riunita anche la commissione Urbanistica. Un momento di analisi e discussione delle linee guida già illustrate dal sindaco Settimo Nizzi.

Canale scolmatore. Il nuovo Puc rottama il Piano Mancini. Il progetto per mettere la città al riparo dalle alluvioni punta tutto sul maxi canale scolmatore. Niente vasche di laminazione. Il tracciato della galleria compare tra le linee guida de Piano Urbanistico. Si tratterà di capire in che modo il Comune possa progettare un’opera di questo tipo senza nemmeno uno straccio di autorizzazione dagli organi tecnici regionali. Il sindaco ha rassicurato di essere in trattativa con la Regione in tal senso.

Seconde case addio. La bulimia di cemento degli ultimi decenni ha lasciato senza metri cubi residenziali la città. Ecco perché il nuovo Puc punta tutto sugli hotel. Secondo i calcoli fatti dai tecnici, Olbia deve ancora sviluppare 2900 posti letto alberghieri. Volumi che potranno essere declinati nella forma che il Comune riterrà migliore. La giunta Nizzi punta tutto sui cinque stelle. Ne sono previsti 9 in totale. Di questi cinque con annesso campo da golf. Anche in questo caso sarà fondamentale capire se i cerchietti sistemati sul litorale siano compatibili con la legge urbanistica regionale.

Il caso zone agricole. Le zone di campagna sono destinate a restare tali. No all’urbanizzazione delle case in agro. Depennate le aree E4 previste nella versione del piano urbanistico Careddu-Giovannelli. Una decisione che ha già messo in allarme il comitato di Pittulongu. La parte alta della frazione è fuori dal piano di risanamento della frazione. Dovrà quindi accettare la sua condizione di zona agricola. Senza i servizi tipici della città.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes