Olbia, l’ultimo saluto al centauro morto a Gadoni

Christian Robert Buehler

Christian Robert Buehler, 51 anni, tedesco che da anni viveva in Gallura ha perso la vita sulla sua moto

La Sardegna e le moto erano le sue più grandi passioni. E proprio cavalcando le curve della Sardegna in sella alla sua Yamaha, Christian Robert Buehler, 51 anni, tedesco (nella foto) ma che da anni viveva in città, ha perso la vita. La tragedia della strada è avvenuta giovedì scorso: Christian Robert Buehler all’uscita da una curva, mentre percorreva la strada tra Seulo e Gadoni, ha perso il controllo della sua potente moto che ha invaso la corsia opposta proprio mentre arrivava una Mitsubishi guidata da un 25enne di Sassari che non è riuscito a evitare l’ impatto. L’uomo è morto sul colpo.

Ieri primo agosto la salma che si trovava ancora nella camera mortuaria dell’ospedale di Lanusei, dopo essere stata dissequestrata dagli inquirenti, ha potuto fare rientro ad Olbia. Domani 3 agosto alle 10, la bara sarà esposta davanti al cimitero nuovo “Su Lizzu” (in via Loiri ) per l’ultimo saluto da parte di amici, parenti e conoscenti, e successivamente per volontà dello stesso defunto e della moglie Antonella Formica, sarà cremato.

Originario di Wehr, cittadina tedesca, il motociclista – mastro falegname di mestiere – era olbiese d’azione: da tempo viveva in città (anche se residente in Svizzera) e dal 2016 aveva aperto un’attività in zona Bandinu, il motonoleggio Motoparadiso 5. Ventitrè anni fa, il suo primo viaggio in Sardegna. Se ne innamorò, ritornandoci spesso, fino al suo trasferimento in città, dieci anni fa, con l’acquisto della casa a Murta Maria. Poi, l’apertura del motonoleggio. (t.s.)

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes