Coronavirus, sei positivi tra i dipendenti del Billionaire di Porto Cervo

La notizia, apparsa sui siti del Messaggero e del Tempo, è stata confermata alla Nuova Sardegna. Il locale ha chiuso la stagione il 18 agosto

ARZACHENA. Sono sei i dipendenti del Billionaire risultati positivi al coronavirus. La notizia, data dai quotidiani Il Messaggero e Il Tempo, è stata confermata alla Nuova Sardegna. Tutti i membri dello staff, circa 60 persone, sono stati messi in quarantena. Il locale era stato chiuso il 18 agosto scorso, dopo appena 27 giorni di lavoro, sia per le nuove misure di contenimento del covid (chiusura delle discoteche) sia per i limiti imposti dal Comune di Arzachena (stop alla musica dalla mezzanotte e limite ai decibel).

«Con il presente comunicato intendiamo porre fine a speculazioni ed illazioni - si legge in una nota della direzione del Billionaire -, esponendo le azioni da noi messe in atto tempestivamente nel nostro locale e per il nostro personale, in assoluto rispetto delle disposizioni dell’Amministrazione locale e delle misure sanitarie nazionali, che sono state adottate in tema di Covid 19 in Sardegna Billionaire Porto Cervo, durante la stagione estiva 2020 che si è svolta dal 23 luglio al 17 agosto, ha ingaggiato, a supporto del proprio personale, anche un numero di camerieri saltuari, che hanno lavorato nel nostro locale, ma che prestavano servizio in altri locali della zona. Teniamo a precisare che nonostante ci fosse in atto un contratto fino al 22 agosto, il gruppo di camerieri temporanei ha spontaneamente interrotto la collaborazione a partire dal 15 agosto. Il 17 agosto, a seguito di un decreto del Sindaco di Arzachena, abbiamo predisposto l’immediata chiusura del locale (con 6 giorni di anticipo sulla data stabilita) pur consapevoli dei disagi per i nostri clienti e dei danni economici per noi tutti, principalmente per i dipendenti che erano stati assunti per la stagione. Il 18 agosto, avendo appreso che tra i camerieri saltuari, alcuni erano risultati positivi, abbiamo immediatamete provveduto a porre in isolamento, a scopo preventivo, tutto il personale di Billionaire Porto Cervo, in attesa che la ASL locale predisponesse i tamponi per tutti loro. Precisiamo che il personale, circa sessanta persone, non presenta sintomi ed è alloggiato negli appartamenti forniti dall’Azienda, che ha anche attivato un servizio di catering e di assistenza per gli stessi. La situazione - conclude la nota - continua ad essere gestita con diligenza e tempestività e siamo fiduciosi che con un celere intervento delle Autorità Sanitarie del territorio, il personale potrà essere presto sottoposto ai controlli previsti e stabiliti dalla normativa».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes