Santa Teresa-Bonifacio, la linea Blu Navy chiude in anticipo causa Covid

La riduzione del traffico ha costretto la compagnia a prendere questa decisione. Restano attivi il servizio della Moby tutto l'anno e il catamarano Ponza jet

SANTA TERESA. La Blu Navy chiude il 13 settembre la stagione estiva. Un mese in anticipo rispetto al servizio programmato per il 2020.

«Il perdurare dell’emergenza sanitaria – comunica sul profilo Facebook la compagnia di navigazione -, ha causato ingenti perdite economiche per tutti noi e di conseguenza una forte diminuzione di traffico sulla rotta Santa Teresa-Bonifacio. Nostro malgrado, quindi, siamo costretti a interrompere in anticipo la linea internazionale tra la Sardegna e la Corsica».

Il servizio è garantito tutto l’anno dalla Moby, la compagnia della balena blu nei mesi autunnali e invernali gestisce il collegamento in continuità territoriale con una convenzione siglata con la Regione.

Da sabato scorso è entrato in funzione il catamarano Ponza Jet. L’imbarcazione veloce della flotta della compagnia Nig (Navigazione libera del Golfo), che collega l’isola dell’arcipelago pontino con Ventotene e Terracina.

Lungo 37 metri può trasportare sino a 350 passeggeri, senza auto al seguito, il numero è comunque ridotto a causa dell’adeguamento alle previste prescrizioni legate all’emergenza sanitaria. Per percorrere il braccio di mare delle Bocche di Bonifacio impiega circa 20 minuti. Al momento non effettua la prevista partenza dal porto di Palau, non sono state ancora rilasciate le autorizzazioni all’ormeggio. Mentre dallo scalo Longonsardo garantisce tre corse di andata e ritorno giornaliere: alle 10.10, alle 17.10 e alle 19. Il prezzo del biglietto per una tratta Santa Teresa-Bonifacio è di 25 euro. Sconto del 50% per i bambini dai 2 ai 12 anni. (Walkiria Baldinelli)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes