Arzachena, il Comune blocca il cantiere sul litorale di Cannigione

La piattaforma sul mare bloccata dal Comune

Dopo i controlli del settore Antiabusivismo è stato accertato che i lavori per una piattaforma sono stati realizzati in assenza di titolo edilizio

ARZACHENA. Stop ai lavori di realizzazione di una piattaforma sul mare, nel litorale di Cannigione. A ordinare l’immediata sospensione del cantiere è stato il Comune di Arzachena.

Il provvedimento a firma del dirigente del settore Antiabusivismo e controllo edilizio Mario Chiodino è scattato in seguito a un sopralluogo disposto dall’ufficio comunale che si è mobilitato per verificare la legittimità dell’esecuzione dei lavori dopo la denuncia sui siti web della presenza in mare di numerosi plinti in cemento armato.

Lavori che, dagli accertamenti eseguiti dai tecnici comunali sono risultati essere abusivi. Realizzati cioè in assenza di titolo edilizio, in quanto scaduto al momento dell’inizio dei lavori. Il dirigente ha quindi ordinato l’immediata sospensione del cantiere.

 

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes