Chiusa la rampa del Nespoli, via all'abbattimento

OLBIA. Stamane 27 giugno gli operai hanno transennato la bretella davanti al Nespoli. La strada verrà a breve abbattuta. Si tratta infatti di una delle opere incongrue elencate nel pianoi Mancini. Opere che devono essere eliminate all'interno del quadro delle opere di mitigazione del rischio idregeologico. Il piano, finanziato dal governo nel quadro del progetto nazionale Italia sicura, va dunque avanti regolarmente.

Gli abitanti del quartiere Baratta furono facili profeti nel settembre del 1992. Scrissero a prefetto, presidente della provincia di Sassari, sindaco Mario Cocciu, alla Regione compreso il consigliere regionale Nardino Degortes, all'assessore provinciale Carlo Marcetti. Chiesero la sospensione dei lavori per la bretella che collega il sovrapasso ferroviario con via Ungheria. Denunciarono, all'epoca, che la campata troppo bassa, e i piloni piantati allo sbocco del Siligheddu a mare, potevano favorire ulteriori alluvioni.

Chiesero «la rimozione delle opere dall'alveo del Siligheddu, e assicurare agli abitanti che le opere non sono pregiudizievoli per il deflusso dell'acqua». Ma l'opera fu ugualmente completata. In effetti, quella bretella è dannosa. Tanto che a distanza di 25 anni ora viene abbattuta. (en.g., foto Gavino Sanna)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes