Petizione per la modifica della nuova bretella

ORISTANO. Una petizione per chiedere al Sindaco e al Consiglio comunale di modificare il progetto della nuova circonvallazione che dovrebbe collegare l'ingresso nord di Oristano con la zona dell'ospe...

ORISTANO. Una petizione per chiedere al Sindaco e al Consiglio comunale di modificare il progetto della nuova circonvallazione che dovrebbe collegare l'ingresso nord di Oristano con la zona dell'ospedale. La richiesta porta la firma del “Comitato” di Sa Rodia, e raggruppa un discreto numero di residenti contrari al tracciato ipotizzato dalla Giunta, che rischia, non solo di diventare un doppione della circonvallazione già progettata dalla Provincia, ma di penalizzare gli impianti sportivi, le attività commerciali della zona artigianale e renderebbe più caotico il traffico già congestionato della zona.

L'argomento circonvallazione verrà affrontato dal Consiglio comunale proprio questa sera con una apposita mozione proposta dalla minoranza. Il Comitato ha ricordato come la circonvallazione prevista dal comune, preveda di congiungere l'ingresso nord del Capoluogo (prima di città mercato), all'Ospedale Civile, di appena 200 metri, una nell'incrocio Viale Repubblica - Via della Libertà e un'altra in Via Morosini, in prossimità dell'incrocio con via della Libertà e il bivio che conduce al Centro di aggregazione giovanile (ex casa dello studente), al maneggio della Soe, ai campi di calcio e all’Hostel Rodia.

«È evidente che il progetto, deciso in sordina dalla Giunta comunale, senza mai coinvolgere il Consiglio né i cittadini – ha spiegato Andrea Pala, portavoce del Comitato – e presentato come “circonvallazione”, non ha certo queste caratteristiche e costituisce invece una sorta di strada interna a scorrimento veloce: una sorta di barriera architettonica, che dividerebbe l'abitato cittadino dall'intera zona sportiva e da strutture importanti e intensamente frequentate».

Nella petizione, viene anche ricordato che gli abitanti delle strade prospicienti al nuovo tracciato avevano chiesto al Sindaco e alla Giunta, di voler rivedere una scelta ritenuta del tutto inopportuna e dannosa per la città. Non solo, era stata annunciata anche un'assemblea, sino ad oggi mai convocata. Il Comitato, va detto, ha anche proposto una alternativa al progetto del Comune. Quella di coinvolgere il Ministero delle infrastrutture ed utilizzare quel finanziamento per completare il tracciato della circonvallazione nord-ovest della Provincia.

Nella mozione si chiede al Sindaco quale sia lo stato d'attuazione del progetto, di voler comunicare ufficialmente se siano state previste varianti, per rispondere alle osservazioni presentate, se sono state previste modifiche, ed il motivo per il quale non siano state discusse con i residenti come concordato con l’Assessore Filippo Uras. Infine, con la mozione, alla quale è stata allegata una nota tecnica, si chiede al Consiglio di non approvare il progetto della circonvallazione così come prospettato, perché rappresenterebbe uno sfregio irrimediabile per la città.(e.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes