Birre sul Lungotemo: ed è subito festa

Migliaia di persone per la prima edizione della rassegna: vetrina per i produttori artigianali

BOSA. Le bionde, rosse e brune artigianali richiamano lungo le sponde del Temo migliaia di visitatori. Ieri sul Lungotemo Conce e sul Lungotemo De Gasperi in tanti si sono dati appuntamento per la prima edizione di Bosa Beer Fest fin dal mattino.

Con i picchi di presenze che si sono registrati a partire dal pomeriggio, quando una vera e propria folla ha preso d’assalto gli stand delle birre artigianali sistemati nel percorso della via dedicata ad Emilio Scherer. «È un grande successo» afferma già al mattino Antonello Cossu, uno degli organizzatori dell’associazione presieduta da Toto Marras che ha organizzato l’evento.

Obiettivo: riunire a Bosa i migliori produttori di birre artigianali della Sardegna, alcune premiate in concorsi nazionali. Il tutto nella cornice unica delle sponde del Temo su cui si affacciano i palazzi storici delle concerie, che hanno ospitato diversi stand di prodotti tipici locali, dell’artigianato e dell’enogastronomia, con spazi dedicati anche alla musica dal vivo. Un richiamo a cui molti, malgrado diverse manifestazioni tradizionali si svolgessero in concomitanza nel territorio, non hanno saputo resistere.

Giovani soprattutto, ma anche intere famiglie in arrivo da mezza Sardegna per una giornata all’insegna della qualità dei prodotti presentati. Fare una stima ovviamente è sempre difficile, anche perché l’accesso all’area era libero. Ma le presenze nella città del Temo attratte dalla prima edizione di Bosa Beer Fest hanno superato abbondantemente ogni aspettativa, con picchi di visitatori che si potevano contare su diverse migliaia di persone considerata l’ampia zona a disposizione. Per gli organizzatori motivo quindi di “Grande soddisfazione” sottolinea più volte Antonello Cossu. (al.fa.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes