Il territorio unito, rilancio economico oltre crisi e vincoli

TERRALBA. Tutti i settori uniti per la rinascita della cittadina. Amministratori, agricoltori, operatori dell'artigianato e del commercio, tutti in un cammino condiviso per individuare le necessità...

TERRALBA. Tutti i settori uniti per la rinascita della cittadina. Amministratori, agricoltori, operatori dell'artigianato e del commercio, tutti in un cammino condiviso per individuare le necessità del Terralbese. Oggi alle 19 nell’aula consiliare del Comune si terrà infatti l'incontro organizzato dall'assessorato alle attività produttive per avviare i primi passi verso l'elaborazione di un “piano di sviluppo locale”. «La Regione con due delibere sta avviando un nuovo corso per lo sviluppo del territorio e il finanziamento delle progettualità, non più tanti bandi regionali a cui i comuni devono partecipare per essere finanziati, ma un lavoro globale delle Unioni dei Comuni che devono individuare le necessità del territorio e presentare un piano di sviluppo del territorio – spiega il primo cittadino Pietro Paolo Piras –. Per questo stiamo coinvolgendo gli operatori del territorio, altri comuni limitrofi ed altri enti, come ad esempio un centro interuniversitario di Cagliari per darci una mano nella progettazione». Ciascuno è quindi chiamato a dare il proprio apporto per individuare le priorità tra i bisogni del territorio ed ideare soluzioni globali. Una volta elaborata la proposta verrà poi discussa in Regione e si valuterà la fattibilità e la coerenza col piano di sviluppo generale dell'isola realizzata dalla regione stessa. «Ora abbiamo convocati gli operatori del settore agricoltura perchè occorre discutere delle loro problematiche, li inviteremo poi a presentare proposte per la realizzazione di strutture che siano compatibili coi vincoli del piano fasce fluviali – spiega l'assessore alle Attività produttive Roberto Marongiu –. La Regione infatti ha deciso di venirci incontro e sono previste premialità per chi lavora in comuni a rischio idrogeologico come il nostro. Vogliamo aiutare il nostro settore dell'agroalimentare a non soccombere a questa situazione e ai vincoli». Per questo assieme a un agronomo della Regione che sarà presente all'incontro si ipotizzeranno interventi di supporto all'agricoltura. Nonostante la crisi economica e quelle aggiuntive dei vincoli di inedificabilità del territorio, il settore agricolo e la cittadina tutta provano quindi a guardare avanti e a studiare proposte e soluzioni globali per aiutare la cittadina a rifiorire. (c.d.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes