Fece causa dopo l’incidente ma la buca era stata inventata

ORISTANO. Strade in dissesto sì, ma c’è anche chi le buche le avrebbe create. È il caso di un motociclista che percorreva una delle vie provinciali e che ebbe un incidente. Per ricostruire la storia...

ORISTANO. Strade in dissesto sì, ma c’è anche chi le buche le avrebbe create. È il caso di un motociclista che percorreva una delle vie provinciali e che ebbe un incidente. Per ricostruire la storia bisogna viaggiare a ritroso sino al 2000, precisamente al 9 settembre. In sella a uno scooter, il motociclista vola a terra. Si fa parecchio male, ma non appena si rimette in salute decide che non è il caso di farla passare liscia a chi si sarebbe dovuto occupare di quella strada. La colpa, secondo chi aveva subito l’incidente, è infatti dell’ente che non si sarebbe preoccupato della manutenzione della strada.

Così il motociclista, assistito dall’avvocato Francesco Campanelli, chiede i danni. Non briciole, perché l’ammontare viene calcolato in 51.370 euro. Il caso viene esaminato dall’assicurazione e ovviamente dai legali della Provincia, Antonio Bardi e Andrea Schintu che scelgono di non pagare e così si finisce in tribunale. Il 2000 è passato da un pezzo, ma la causa si è conclusa da poco con la sentenza definitiva arrivata in tempi non esattamente brevi. Di anni ne sono passati parecchi e nei tre gradi di giudizio si arriva sempre alla medesima conclusione: la Provincia non ha colpe e così, alla fine dei giochi, il risarcimento non arriverà mai. Anzi, chi aveva portato l’ente e l’assicurazione in tribunale sperando di incassare oltre 51mila euro, si ritrova a doverne restituire 4mila di spese legali per le controparti, aggiungendo a questi le proprie spese. Ma perché mai i giudici non hanno dato ragione allo sfortunato motociclista? Il perno di tutto il processo era esclusivamente una prova fotografica presentata dal ricorrente con la quale si mostrava una pericolosa spaccatura nella carreggiata. La buca però non era stata rilevata dagli agenti della polizia stradale intervenuti. Per i giudici fu creata e fotografata in una data successiva all’incidente proprio per cercare di ottenere il risarcimento che non arriverà. (e.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes