«Un commissario per le strade»

Emanuele Cera si rivolge a Solinas: «Usiamo i fondi dei bolli»

ORISTANO. Denuncia lo stato di degrado e pericolosità di alcuni tratti stradali della provincia il consigliere regionale e sindaco di San Niccolò d’Arcidano Emanuele Cera, che ha inviato al presidente della regione e agli assessori ai lavori pubblici e al turismo perché s’intervenga prontamente. Cera chiede a Solinas di prendere in considerazione la possibilità di farsi nominare dal Governo commissario per l’emergenza viabilità. «Sarebbe un atto importante che snellirebbe tutti i procedimenti e le lungaggini tecnico amministrative in corso», ha dichiarato il consigliere di Forza Italia. La lista degli interventi da farsi è lunga e coinvolge anche la provincia di Oristano, visto che il consigliere regionale fa riferimento anche all’incrocio sulla statale 131 nei pressi di Paulilatino. «Nostro malgrado possiamo vantare una miriade di strade provinciali al limite della percorribilità dove, per ovvie ragioni, gli enti competenti ne hanno limitato considerevolmente la velocità di percorrenza, un piccolo deterrente», ha affermato. Cera, inoltre, fa riferimento alle dimissioni del sindaco di Lodè, in relazione al problema delle strade e propone una soluzione. «Si potrebbe chiedere allo Stato il riconoscimento del 100 per cento delle somme derivanti dal pagamento del bollo auto dei residenti, questo frutterebbe alcuni milioni di euro che potrebbero essere impegnati per la manutenzione stradale».

Nicola Podda

WsStaticBoxes WsStaticBoxes