Vent’anni di golf, a Is Arenas è festa

Narbolia, la famiglia Pellò celebra i successi legati alla presenza dei campi

NARBOLIA. Le battaglie ambientaliste e le proteste degli anni ’90 sono alle spalle da tempo. Il golf a Is Arenas è ormai un frutto maturo che ora attende di diventare adulto. Le prime buche del campo all’interno della pineta furono inaugurate nel giugno del 1999, ma già l’anno dopo il percorso era completo con le sue diciotto buche attuali. Un anniversario va celebrato e Piero Maria Pellò, il padre dell’investimento e tutt’ora presidente del golf di Is Arenas, non ha voluto perdere l’occasione per spegnere le candeline sulla torta della sua creatura.

Ma un compleanno serve anche per guardarsi alle spalle e pensare al futuro. Così oltre che ripercorrere la storia di quella che ormai è una realtà imprenditoriale consolidata, Piero Maria Pellò ha anche indicato la rotta sulla quale la sua famiglia continuerà a muoversi: «Quanto è stato realizzato conferma la piena compatibilità con l’ambiente e il paesaggio, che è stato valorizzato dal golf che interrompe armoniosamente la monotonia della pineta con variegate visuali verso le colline e il mare». Poi i numeri del successo che comincia coi 150 giocatori che si sono formati grazie all’attività del Sinis golf club e le oltre mille gare che si sono svolte si qui sul green di Is Arenas bagnato da una falda che non è assolutamente in sofferenza dopo anni di utilizzo.

Impossibile non pensare al turismo con 30mila pernottamenti all’anno figli della presenza del percorso golfistico, per una spesa media giornaliera di 200 euro a persona. Soldi che piovono nelle casse locali al pari di quelli dell’Imu: l’intero complesso di Is Arenas, con le varie strutture, regala al Comune un incasso di 150mila euro. (e.carta)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes