Misterioso addetto alla vendita di energia in giro per Torangius

ORISTANO. Quarant’anni circa, oltre 1 metro e 80 di altezza, muscoloso, occhi e capelli scuri, sorridente e dai modi affabili. È l’identikit fatto da alcuni anziani del quartiere di Torangius, che si...

ORISTANO. Quarant’anni circa, oltre 1 metro e 80 di altezza, muscoloso, occhi e capelli scuri, sorridente e dai modi affabili. È l’identikit fatto da alcuni anziani del quartiere di Torangius, che si sono ritrovati alla porta di casa il marcantonio, presentatosi come addetto di un’azienda di energia. Secondo il racconto del gruppetto di persone più o meno anziane, il fascinoso addetto, vestito con una tuta scura, si presenta usando sempre la stessa frase: «Salve sono di Enel Energia, dovrei controllare il contatore». A chi gli ha aperto la porta è sembrato un escamotage per entrare in casa, anche perché alla richiesta di un cartellino di riconoscimento ha risposto di non averlo con sé in quel momento oppure di non essere obbligato a portarlo con sé. Tra i vari racconti c’è quello di una signora, più che settantenne e che per camminare utilizza un deambulatore: «Ho sentito suonare il campanello, aprendo la porta ho visto sul pianerottolo l’omone. Alto, possente, mi ha detto di essere un addetto di Enel Energia e di dover entrare per controllare il contatore. Pensando alle varie truffe che si sentono anche alla tv gli ho chiesto di farmi vedere il cartellino. Nemmeno il tempo che finisse di dirmi che non doveva sempre portarlo con sé e ho chiuso la porta impaurita». (ele.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes