Incrocio della morte a Tiria, chiesto l’intervento del prefetto

PALMAS ARBOREA. Dopo aver incassato il sostegno di tutti i Comuni interessati, il comitato per la messa in sicurezza della pedemontana di Tiria chiede al prefetto Gennaro Capo di attivare un tavolo...

PALMAS ARBOREA. Dopo aver incassato il sostegno di tutti i Comuni interessati, il comitato per la messa in sicurezza della pedemontana di Tiria chiede al prefetto Gennaro Capo di attivare un tavolo istituzionale che risolva i Problemi di sicurezza dell’incrocio tra le provinciali 57 e 68, teatro negli ultimi anni di due incidenti mortali e di numerosi altri scontri. «Le suggeriamo – scrive il rappresenante del comitato Antonello Garau – di promuovere la medesima iniziativa lodevolmente messa in atto per la Statale 388».

Il riferimento è alla decisione dello stesso prefetto di convocare una conferenza di servizi per mettere in sicurezza l’incrocio all’ingresso di Simaxis, dove venerdì scorso c’è stato un incidente mortale. «Nonostante la disponibilità della Regione a finanziare gli interventi, gli ignavi amministratori della Provincia dormono e intanto gli incidenti si susseguono – si legge nella missiva inviata al prefetto –. Le chiediamo di attivarsi per trovare soluzioni come l’installazione di un autovelox, la realizzazione di una rotatoria e l’eliminazione del dosso». (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes