Fiera di Mogoro, boom di visitatori

Nonostante la crisi, il crollo dei turisti e l’emergenza Covid Aumenta il giro d’affari, soddisfatti sindaco e organizzatori

MOGORO. Al giro di boa, dopo due settimane di apertura, la 59esima edizione della Fiera dell’Artigianato Artistico della Sardegna fa registrare un afflusso record, superiore a quello dello stesso periodo dello scorso anno. I dati aggiornati al 23 agosto segnalano 4.283 ingressi alla manifestazione e un volume d’affari che supera i 100mila euro. Un successo in parte inaspettato, considerati sia l’andamento negativo del settore turistico che le limitazioni Covid. Determinante, da questo punto di vista, si è rivelata la scelta degli organizzatori di consentire ai visitatori di prenotare on line, sul sito della fiera, date e orari dell’ingresso.

«La Fiera dell’Artigianato Artistico si conferma un vero e proprio grande evento in Sardegna», ha detto soddisfatto il sindaco di Mogoro, Sandro Broccia.

Mai come quest’anno la Fiera di Mogoro è protagonista anche sulla rete. Il sito, completamente rinnovato e ampliato di contenuti, consente non solo di prenotare on line la visita in Fiera ma soprattutto di visitare virtualmente l’allestimento, percorrendo i quattro livelli in cui si articola l’esposizione in modalità immersiva a 360. In appena due settimane, le visualizzazioni delle pagine del sito sono state oltre 52mila. Quasi 10mila i nuovi utenti (un aumento del 125% rispetto all’anno scorso).

Non meno importanti i numeri relativi ai principali canali social della Fiera. La mostra-mercato prosegue fino al prossimo 6 settembre. L’apertura è dalle 10 alle 21, tutti i giorni. I prezzi dei biglietti sono popolari: intero a 3 euro, ridotto (bambini sotto i 12 anni e adulti sopra i 65) a 1,50 euro. Poi c’è il biglietto cumulativo da 5 euro per visitare, oltre alla Fiera, anche il sito archeologico di Cuccurada.

Nei giorni scorsi infine è tato presentato il volume: “Raccontando la Fiera di Mogoro, 1962-2019”, che ripercorre la storia della manifestazione. L’iniziativa editoriale, è stata promossa e curata dal Comune e redatta da Bibliotour, che raggruppa i giovani del Servizio civile di Mogoro.

Il libro è corredato da foto d’epoca e contiene notizie, aneddoti e resoconti riguardanti l’appuntamento fieristico, dalla nascita, per merito dell’allora sindaco Efisio Lippi Serra e di un nutrito e lungimirante gruppo di tessitrici del paese, fino all’edizione dello scorso anno, la più partecipata in termini di presenze di visitatori.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes