Il comitato per l’ospedale «Manifesteremo il 20 settembre»

GHILARZA. È stata presentata ieri in Questura a Oristano la segnalazione della manifestazione promossa dal Comitato per la difesa del Delogu. Obiettivo dei promotori sollecitare l’Assl e l’Ats a...

GHILARZA. È stata presentata ieri in Questura a Oristano la segnalazione della manifestazione promossa dal Comitato per la difesa del Delogu. Obiettivo dei promotori sollecitare l’Assl e l’Ats a riaprire il Presidio di Primo Intervento dell’Ospedale di Ghilarza.

«Quel presidio, fondamentale per il territorio è stato scelleratamente chiuso dagli ultimi mesi del 2019», dicono i manifestanti.

Le modalità della manifestazione in calendario ricalcano quelle definite e concordate per la carovana di autovetture già programmata sulla 131 per il 7 maggio e sospesa causa Covid.

«Nell’assordante e intollerabile silenzio della politica regionale e in provocatoria coincidenza con il Referendum Costituzionale, domenica 20 settembre sarà la giornata dedicata all’iniziativa di protesta e di lotta che partirà dall’area di Losa, scelta come agevole punto di raduno e di partenza delle autovetture partecipanti. Il corteo percorrerà lentamente la Carlo Felice fino ad Oristano e si dirigerà – scrivono in una nota a nome del Comitato Raffaele Manca, Livio Deligia e Immacolata Boeddu – verso la sede della Prefettura, occupandone gli spazi circostanti, nel rigoroso rispetto delle indicazioni di prevenzione Covid».

Col sostegno già dichiarato dal sindaco di Ghilarza, il Comitato chiede anche ai sindaci di Oristano e di Bosa, gl ialtri due centri dove insistono altrettanti nosocomi di unirsi alla manifestazione, sollecitando l’apporto delle rispettive comunità, per lamentare e denunciare lo stato di degrado in cui sono precipitati e sono costretti ad operare i tre Ospedali della provincia.

«Nell’incertezza che la politica e la burocrazia regionale vogliano davvero riaprire, con un sussulto di dignità, i servizi del Centro di Emergenza Territoriale del Delogu, il Comitato invita i volontari del Servizio d’Ordine e i circa quattrocento partecipanti autosegnalatisi per il corteo del 7 Marzo a partecipare anche alla manifestazione del 20 settembre, rinnovando l’invito «ai sindaci in scadenza di mandato dell’area Guilcier-Barigadu-Marghine e Montiferru a presentare entro il 10 settembre le proprie dimissioni dall’incarico».

Il Comitato infine si prepara a restituire a tutti i donatori, dal prossimo 20 settembre, le somme liberamente versate per sostenere con acquisti mirati le attività del Presidio di Primo Intervento di Ghilarza.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes