Sabato al Liceo De Castro ricordo delle vittime di mafia

ORISTANO. Sabato con inizio alle 10 presso il cortile del De Castro si celebrerà la ventiseiesima giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. La...

ORISTANO. Sabato con inizio alle 10 presso il cortile del De Castro si celebrerà la ventiseiesima giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. La manifestazione è organizzata dal presidio di Libera della scuola dedicato a Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta. I tre, madre e due gemellini di sei anni, morirono per lo scoppio dell’autobomba destinata al magistrato Carlo Palermo il 2 aprile 1985 a Pizzolungo, in provincia di Trapani. L’auto con la donna e i due piccoli fece involontariamente da “scudo” tra l’autobomba e la vettura del magistrato. Sabato sarà data lettura degli oltre 1000 nomi delle vittime innocenti delle mafie di cui l’Associazione Libera ha ricostruito le storie. La manifestazione sarà introdotta dalle studentesse Lucrezia Lacasella e Giada Oppo, referenti del presidio. Interverranno l’arcivescovo Roberto Carboni, il sindaco Andrea Lutzu e Claudia Loi, sorella di Emanuela, agente di scorta del giudice Paolo Borsellino, che insieme a lui morì nell’attentato di via D’Amelio. Seguirà la lettura dei nomi che coinvolgerà esponenti della cultura, amministratori locali, esponenti del sindacato, rappresentanti del volontariato, studenti e docenti della scuola.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes