Vaccini, si sale a quota 18.468

Completata la prima somministrazione a Cabras, Marrubiu, Ales, Busachi e Gonnostramatza

ORISTANO. Salgono a 18.468 le dosi di vaccino somministrate in Provincia ovvero l’11,8% e domani si sfioreranno o forse addirittura supereranno le 20mila. La settimana che sta per concludersi ha segnato quindi un deciso cambio di passo nella campagna partita a inizio marzo che già aveva avuto un’accelerata nelle due precedenti settimana. All’avvio delle vaccinazioni del personale scolastico è seguita infatti l’immunizzazione degli anziani ultraottantenni di centri importanti quali Cabras, Marrubiu, Busachi, Ales e Gonnostramatza, mentre Oggi sarà la volta di Curcuris. Intanto nel capoluogo si è proseguito con gli ultraottantenni nel capoluogo – 168 dosi fra giovedì e venerdì –. I dati diffusi dall'Ats fanno ben sperare.

Particolarmente significativo il risultato di Cabras, dove in due giorni sono state vaccinate 690 persone (390 giovedì, altre 300 ieri) fra anziani ultraottantenni e soggetti cosiddetti fragili che hanno sostituito qualche assente. «Siamo riusciti a utilizzare il 96 per cento delle dosi – ha sottolineato il sindaco Andrea Abis – e lo consideriamo un grande passo in avanti nella lotta contro il virus, perché così si mette al sicuro la fascia più fragile della popolazione. Ora la richiesta è che le prossime campagne vaccinali siano organizzate il prima possibile».

Tutti i soggetti vaccinati a Cabras negli ultimi giorni, come spiega l'assessora alle Politiche sociali, sanitarie e assistenziali, Laura Celletti, «sono stati prenotati per il 15 e 16 aprile per la seconda somministrazione. Avremo cura di chiamare nuovamente tutti per ricordare le prossime giornate, che si svolgeranno sempre nel Centro polivalente».

Un ulteriore passo avanti nella campagna di vaccinazione in Provincia di Oristano è previsto per la prossima settimana, quando si procederà all’inoculazione delle seconde dosi per gli ultraottantenni nei sette centri da cui, ai primi di marzo, tutto era partito, ovvero il capoluogo, Bauladu, Milis, San Vero Milis, Tramatza e Zeddiani, e al contempo inizierà la vaccinazione degli anziani in otto centri del Guilcier: Ghilarza, Abbasanta, Norbello, Tadasuni, Aidomaggiore, Soddì, Boroneddu e Sedilo.

Già domani all'Ospedale San Martino si terrà la giornata vaccinale per cui saranno convocati 1.200 anziani, organizzata dal Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Assl di Oristano, diretto dalla dottoressa Maria Valentina Marras, con la collaborazione del Comune, della Fondazione Oristano e della Protezione Civile.

I dettagli ormai sono chiari: i soggetti non deambulanti accederanno da Via Rockefeller e saranno vaccinati in auto, gli altri entreranno dall’ingresso posteriore, nella prosecuzione di viale Cimitero. Gli anziani avranno a disposizione anche delle carrozzelle. «Invitiamo tutti a non sprecare questa preziosa occasione – hanno dichiarato il commissario della Assl Antonio Cossu e il sindaco Andrea Lutzu – vaccinarsi significa mettersi al riparo dal covid, evitando le conseguenze gravi e potenzialmente letali di questa malattia, in particolare per categorie vulnerabili come gli anziani».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes