«Con l’impianto addio alle galline»

Milis. La Lipu difende le prataiole contro il progetto per la centrale fotovoltaica

MILIS. «In quelle terre vivono le rarissime galline prataiole, la nascita di quella centrale le metterebbe a rischio». La Lipu si schiera contro la realizzazione dell’impianto fotovoltaico Pilingrinus. La centrale, della potenza complessiva di 9.081 kWp (7.140 kWac in immissione), dovrebbe sorgere nel territorio comunale di Milis, mentre le opere di rete, interesserebbero parzialmente anche in quelli di San Vero Milis e Narbolia. La delegazione oristanese della Lega italiana protezione uccelli ha infatti presentato una serie di osservazioni nell’ambito della procedura di Verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale dell’opera.

Le osservazioni, inviate all’assessorato regionale della Difesa dell’ambiente, segnalano la presenza proprio in quell’area di una popolazione di gallina prataiola (Tetrax tetrax) «specie di interesse conservazionistico globale, per la quale devono essere adottate tutte le possibili misure per evitare la sua perturbazione e per prevenire il degrado degli habitat che ospita», scrive in una nota la Lipu. Si tratta di una specie ormai presente solo nell’isola, dunque, a rischio di estinzione.

«Da nostri censimenti risulta che l’area ha continuato a essere frequentata dalla gallina prataiola anche negli anni successivi al Piano d’azione regionale e lo è tuttora, essendovi stata rilevata, nell’aprile 2021, la presenza di almeno due maschi territoriali proprio nelle immediate vicinanze dell’impianto», scrive la Lipu. Da qui la richiesta all’assessorato affinché il progetto per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico venga assoggettato alla Via.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes