«Intesa tra giunta e maggioranza»

Annuncio congiunto sul dimensionamento regionale: confermate le misure per stemperare criticità

CAGLIARI. «Il dimensionamento scolastico ricalca un impianto largamente condiviso, attua le linee guida approvate all’unanimità e tiene conto sia delle specificità territoriali sia del diritto allo studio di qualità per tutti». L’esecutivo guidato da Francesco Pigliaru parla così di «un dialogo proficuo tra la maggioranza e gli esponenti della giunta, dopo la riunione della Commissione e gli utili approfondimenti, che cercheranno di dare soluzione ad alcune criticità emerse negli ultimi giorni e segnalate durante le audizioni».

Il governatore. Pigliaru sottolinea quindi la propria personale soddisfazione per l’ampia condivisione del piano. «Questo è il primo passo per permettere ai nostri ragazzi di mettersi al livello dei migliori – sostiene – È dovere di tutti noi dar loro questa opportunità. Chi pensa che ciò sia incoerente con quanto abbiamo sostenuto in campagna elettorale sul cambiamento della nostra scuola pensa male e avrà modo di ricredersi. Di scuola parleremo molto e molto presto. Parleremo delle numerose risorse e delle tante idee innovative che proporremo al mondo della scuola per colmare rapidamente le inaccettabili carenze che abbiamo ereditato».

L’assessore. Claudia Firino sottolinea perciò l’importanza della «coerenza mantenuta finora, in un clima di dialogo aperto e di collaborazione tra giunta e commissione consiliare». «Sono contenta – dice – per la comunione d’intenti che si è creata attorno a un atto complesso e importante come il dimensionamento, che è stato approvato dalla giunta e condiviso dalla commissione. Ai consiglieri presenteremo presto la bozza di progetto sulla programmazione e sugli investimenti per un primo confronto sulla scuola. Gli incontri inizieranno già a partire nei prossimi giorni, rendendo così evidente l’entità dell’impegno che abbiamo su questo settore così strategico e prioritario. Un settore sul quale andremo avanti perché riteniamo quella da noi intrapresa sino a oggi una battaglia di civiltà».

La commissione. «Siamo consapevoli di quanto sia necessario ridurre le pluriclassi e combattere con determinazione per creare in tempi rapidi una scuola migliore», dichiara il presidente della commissione, Gavino Manca, a nome di tutti i componenti di maggioranza. Per poi aggiungere: «Sappiamo anche molto bene che questo è il primo tassello per costruire una scuola più moderna, che garantisca a tutti i nostri ragazzi un’istruzione di qualità, una migliore didattica e un approccio efficace e all’altezza dei tempi con le nuove tecnologie». Da parte della maggioranza e della commissione c’è piena condivisione, afferma poi al termine del comunicato congiunto. «La discussione è ancora aperta sia con la giunta che con i territori, in un’ottica di confronto costruttivo che, partendo da una visione complessiva comune, tenga conto di esigenze e casi specifici segnalati dai singoli territori – conclude Manca – Chi dai banchi dell’opposizione muove critiche non sa di cosa parla e menziona tagli eludendo che chi ha tagliato alla scuola è stata la maggioranza da lui a suo tempo sostenuta».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes