Maxi conguagli, la Regione ad Abbanoa: posticipate le richieste di pagamento

Il logo di Abbanoa in uno sportello del gestore dell'acqua

L'Autorità per l'energia e il gas ha detto sì all'anticipo dei 106 milioni di euro che il gestore del servizio idrico sta chiedendo agli utenti sardi in queste settimane

CAGLIARI. Abbanoa può posticipare le bollette dei cosiddetti conguagli regolatori, la valanga da 106 milioni di euro che si sta abbattendo in queste settimane. Lo Regione, tramite l'assessore Paolo Maninchedda, ha annunciato alla società che gestisce il servizio idrico che con l'assenso dellAutorità per l'energia e il gas, la Cassa prestiti ha concesso ad Abbanoa un anticipo della somma.

Una richiesta in questo senso era arrivata nei giorni scorsi anche dal sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri Luca Lotti, il quale aveva riconosciuto la gravita del caso Sardegna.

Abbanoa può quindi sospendere la procedura di recupero in corso. Non solo: potrà allungare notevolmente i tempi di riscossione, ovvero dilazionare fino a cinque anni l'incasso delle somme richieste agli utenti.

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes