Porto Rotondo semi deserta a passeggio c’è solo Berlusconi

L’ex premier dopo due anni ritorna nella sua tenuta gallurese per trascorrere la Pasqua con i familiari Non resiste alla tentazione di fare due passi per le vie del borgo ancora chiuso per assenza di turisti

PORTO ROTONDO. Pasqua in Sardegna per Silvio Berlusconi. Il Cavaliere è arrivato sabato ed è ripartito ieri, per trascorrere nella quiete di Villa Certosa un paio di giorni di relax. Un ritorno in Sardegna dopo due anni di assenza. La famiglia è arrivata in forza con tre aerei privati atterrati al Costa Smeralda: Marina e Piersilvio con il primo, il Cavaliere con la fidanzata Francesca Pascale, lo staff della sicurezza con la figlia Barbara e il nipotino Luigi. Vacanza top secret, anche se sembra che ci sia stato un vertice per trattare alcuni importanti aspetti delle società gestite dalla famiglia.

Dopo gli affari, però, il leader di Forza Italia non ha resistito alla tentazione, il giorno di Pasqua, per fare un rapido blitz nel borgo di Porto Rotondo. È arrivato nel primo pomeriggio, a sorpresa, accompagnato dagli uomini della scorta e da un paio di fotoreporter. Berlusconi ha trovato una Porto Rotondo quasi spettrale. Poca gente in giro, a causa del tempo non proprio clemente, ben diversa da quella che invece ieri, baciata dal sole, ha salutato l’arrivo di tantissimi turisti oltre che olbiesi in gita fuoriporta. Domenica l’ex Cavaliere ha visitato un paio di negozi, fra questi quello di Cristina Cavallucci, un atelier in cui l’artista produce i suoi piccoli gioielli. Qui Berlusconi è stata fotografato dalla stessa proprietaria del negozio, che poi ha postato l’immagine del suo profilo Facebook, mentre sceglieva alcuni piccoli oggetti da acquistare. Berlusconi ha anche visitato l’atelier di Paolo Isoni, intrattenendosi cordialmente con lo stilista che ha riaperto proprio sabato scorso la boutique presentando la sua nuova collezione. (en.g.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes