Omicidi Monni e Masala, l'odio partì da Whatsapp

La scena del delitto e Gianluca Monnni

Tra le cause scatenanti dei terribili fatti di sangue che hanno sconvolto Orune e Nule c'è un messaggio con i versi di un poeta sardo arrivato sui telefonini di un gruppo di amici. Offese e derisioni destinate a Paolo Pinna? Forse no. Ma secondo gli inquirenti per quelle frasi dialettali un giovane di 17 anni si è trasformato in uno spregiudicato assassino

WsStaticBoxes WsStaticBoxes