Allerta meteo, i radar fanno rete

Il “Composito” valuterà i temporali tra Sardegna, Corsica e Toscana

SASSARI. I radar della Sardegna, della Corsica e della Toscanafaranno parte della stessa rete per mettere a sistema la potenza degli strumenti di monitoraggio delle avversità meteorologiche attivi a cavallo della frontiera marittima italo-francese.

È l'accordo raggiunto tra gli esperti di radarmeteorologia di Italia e Francia che si sono incontrati a Sassari per la costruzione del “Composito” radarmeteorologico transfrontaliero Italia-Francia Marittimo. Il “Composito” sarà formato da sei postazioni di misura delle precipitazioni che sono operative, o in via di installazione, in Sardegna a monte Armidda (della Protezione civile), monte Rasu (dell'Arpa), Capo Caccia (dell'Aeronautica militare), in Corsica ad Aleria e ad Ajaccio (dove è in costruzione) e in Toscana, a Cima di Monte, sull'Isola d'Elba (del Consorzio Lamma,il laboratorio di monitoraggio e modellistica ambientale per lo sviluppo sostenibile, il consorzio pubblico tra la Regione Toscana e il Consiglio nazionale delle ricerche).

Considerato il raggio di copertura, gli strumenti sono in grado di fornire misure non solo sul proprio territorio regionale ma anche su quello delle regioni vicine: «Il Composito è un passo significativo per ottenere, specialmente in momenti di crisi, informazioni utili nella previsione a brevissimo termine degli eventi meteorologici intensi, cioè nel cosiddetto nowcasting», ha spiegato l'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente, Donatella Spano.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes