Parte da Alghero il Grenaches du monde

Prima serata per il concorso enologico internazionale che mette in competizione i vini Cannonau

ALGHERO. “Grenaches du monde 2017” entra nel vivo. Alghero è pronta per fare da scenario a uno dei momenti più importanti della quinta edizione della manifestazione dedicata ai vini della grande famiglia dei grenaches, cui appartiene anche il cannonau. Schivate le polemiche sollevate dal Nuorese, la Riviera del corallo oggi aprirà i battenti di Lo Quarter, in largo San Francesco, ai cento commissari internazionali che saranno protagonisti della fase di degustazione. A loro il compito di testare i 684 campioni di vino presentati in concorso e assegnare le medaglie e i riconoscimenti che verranno consegnati domani, in occasione della serata conclusiva di Cagliari. Concluse le degustazioni, alle 16 si terrà una conferenza stampa in cui si farà il punto sull’iniziativa, sul suo richiamo e, soprattutto, sulla sua capacità di sostenere gli sforzi per valorizzare e promuovere l’isola, l’agricoltura sarda e la filiera vitivinicola.

La riflessione servirà anche per capire quali siano realmente le opportunità di crescita e di scambio che occasioni come “Grenaches du monde” possono creare. Ci saranno l’assessore regionale del Turismo, Francesco Morandi, il sindaco di Alghero, Mario Bruno, il direttore generale di Laore Sardegna, Maria Ibba. Con loro Fabrice Rieu, presidente del Conseil interprofessionnel des vins du Roussillon, Marzia Cilloccu, assessore del Comune di Cagliari, Agostino Cicalò, presidente di Unioncamere, Meritxell Serret, Consellera d’Agricultura de la Generalitat de Catalunya, e Andrea Soddu, sindaco di Nuoro. Alle 17, a Lo Quarter, la conferenza tecnica per la delegazione di commissari e i rappresentanti delle cantine. Sarà un momento di confronto sulle espressioni del grenaches nel mondo, ma anche sull’evoluzione climatica e sull’evoluzione dei metodi di irrigazione. Ne parleranno Gianni Lovicu di Agris Sardegna, Angelo Costacurta dell’Accademia italiana della vite e del vino, Luca Mercenaro dell’Università di Sassari, Hélène Teixidor dell’Institut coopératif du vin Pyrénées-Roussillon, Mariano Murru dell’Assoenologi Sardegna e Torquato Frulio dell’Università di Sassari. Modera Antonio Farris dell’Università di Sassari. (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes