Gambiano 23enne ferisce due poliziotti in questura

Gli agenti non sono gravi. L’uomo urlava: compio una missione per conto di Dio 

SASSARI. Momenti di tensione ieri pomeriggio nella questura di Sassari dove Ali Mbye, un cittadino gambiano di 23 anni - con diversi precedenti di polizia -, ha aggredito due agenti ferendone uno alla mano con un collo di bottiglia e un altro alla spalla. Il giovane extracomunitario è stato immobilizzato e arrestato. Si trova rinchiuso nelle celle di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida. I due poliziotti sono stati medicati in ospedale, le loro condizioni non sono gravi.

Il drammatico episodio si è verificato alle 15,30: il giovane straniero ha superato la sbarra che chiude l’ingresso posteriore della questura (da dove hanno accesso le auto della polizia) e di fronte si è trovato l’agente del corpo di guardia e i colleghi che si stavano preparando per andare a prestare servizio di ordine pubblico alla partita di basket della Dinamo al palazzetto dello sport.

L’extracomunitario non ha rispettato l’alt e, anzi, ha cominciato a urlare frasi farneticanti: «Sono qui per compiere la missione per conto del mio Dio», ha ripetuto un paio di volte. Poi ha aggiunto insulti e minacce alla polizia.

Quando il primo agente si è avvicinato per fermarlo e chiedere i documenti, il gambiano ha estratto dalla tasca il collo di bottiglia e ha ferito il poliziotto che ha provato a disarmarlo. Un altro ha riportato la lesione alla spalla.

Il 23enne è stato prontamente immobilizzato e poi rinchiuso in una delle camere di sicurezza della questura. È stato arrestato con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, violenza, porto proibito di oggetti atti ad offendere. Ma la lista dei reati contestati si allunga, anche perché il giovane extracomunitario è irregolare nel territorio nazionale. Ha già ricevuto nei mesi scorsi l’ordine del questore di Sassari Diego Buso di lasciare il territorio nazionale. Provvedimento al quale non ha mai ottemperato. Ieri pomeriggio, quando è entrato nel cortile della questura era molto agitato e anche dopo il trasferimento nelle camere di sicurezza - su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica Enrica Angioni - era in una condizione di forte alterazione psicofisica.

Ali Mbye non è una novità per la polizia e le forze dell’ordine del territorio in generale. Nel mese di novembre dello scorso anno era stato arrestato dagli investigatori della squadra mobile per detenzione di droga a fini di spaccio. Era finito in trappola durante una operazione di controllo nel centro storico: allora era stato classificato come richiedente asilo e ufficialmente residente in uno dei centri di accoglienza dove però non si presentava regolarmente. Tanto che poi era stato indicato come irregolare e senza fissa dimora.

In precedenza aveva compiuto un’altra azione al limite della farsa: in via Tavolara, insieme ad altri due piccoli spacciatori del territorio, aveva cercato di vendere dosi di droga a dei finanzieri in borghese. I tre erano stati arrestati e mandati ai domiciliari.

Ultimamente erano state diverse le segnalazioni a carico del giovane extracomunitario che - in più di una occasione - era stato intercettato in condizioni di forte alterazione nella zona del centro storico di Sassari. Ieri pomeriggio si è reso protagonista di quello che viene ritenuto il fatto più grave. Il giovane avrebbe premeditato l’aggressione ai poliziotti. Ha cercato di entrare in questura dall’ingresso posteriore, dove si trova il passo carraio. Pare che avesse anche detto a qualcuno che si sarebbe recato negli uffici per chiedere il rilascio del permesso di soggiorno. Una richiesta incompatibile con la sua situazione di persona irregolare nel territorio nazionale e già destinatario di provvedimento di espulsione a firma proprio del questore di Sassari.

E quando gli agenti sono prontamente intervenuti per chiedergli conto della sua presenza nel piazzale della questura, il 23enne ha estratto il collo di bottiglia che teneva in tasca del giubbotto e ha colpito il primo agente alla mano. Nella colluttazione è rimasto ferito anche un secondo poliziotto. Per loro per fortuna lesioni lievi.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes