Inferno in Sardegna, dalla Gallura al Nuorese l'isola brucia

L'incendio a Tortolì in una foto scattata dall'aereo dal nostro lettore Marcello Canu

Sono stati 41 i roghi scoppiati in 24 ore. E alcuni non sono ancora spenti. Fiamme in Baronia, tra Torpè e Siniscola, allarme anche nell'Oristanese e nel Cagliaritano. Molti gli incendi scoppiati in contemporanea

SASSARI. Una giornata terribile, la peggiore dall'inizio dell'estate. L'Ogliastra in un inferno di fuoco, fiamme di fronte alla case, turisti in fuga. Paura, terrore negli occhi dei bagnanti costretti ad allontanarsi in tutta fretta. Per molti un inizio di vacanze da incubo, tanti lasceranno l'isola in anticipo. Ma non solo l'Ogliastra, in cui oggi inizierà la conta dei danni che si annunciano ingentissimi, ha vissuto una giornata terribile. Tutta l'isola, complice il vento forte di maestrale che ha soffiato da nord a sud, ieri è ripiombata nel terrore. Il bollettino parla chiaro: sono stati 41 gli incendi scoppiati nell'arco delle 24 ore. Con tutti i mezzi aerei, dai Canadair agli elicotteri al Super Puma, impegnati in un lavoro incessante, sino a quando il buio non ha obbligato i piloti a spegnere i motori. A terra è continuato il lavoro incessante della macchina antincendio con in prima linea i forestali, i vigili del fuoco, gli uomini della protezione civile, i barracelli e un enorme numero di volontari che si sono rivelati fondamentali per spegnere i fuochi e mettere in sicurezza le persone, le case e le aziende.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

Inferno di fuoco in spiaggia a Tortolì, le fiamme fanno esplodere bombole del gas

WsStaticBoxes WsStaticBoxes