L'allarme di Confartigianato: "Sardegna sotto attacco della multinazionale del falso"

I prodotti taroccati mettono a rischio l'attività di 800 imprese locali

CAGLIARI. In Sardegna, sotto attacco della «multinazionale del falso», ci sono 808 imprese artigiane che rappresentano il 14,5% del totale dell'artigianato manifatturiero sardo. In altre parole, un'impresa su 7 è esposta al fenomeno della contraffazione con l'Isola al 14/o posto della classifica delle regioni italiane. Una situazione che mette in pericolo, quotidianamente, il lavoro di 1.556 addetti sardi.

Cosmetici, gioielli, occhiali, giocattoli ma soprattutto è l'area della «moda» quella più a rischio, con le imprese dell'abbigliamento e degli accessori, delle calzature, del tessile e della maglieria che vedono quotidianamente compromessa la propria esistenza. A rivelare le dimensioni del fenomeno è un rapporto dell'Ufficio Studi dell'associazione su dati Istat, Mise e Guardia di Finanza. Nell'isola, nel settore moda sotto attacco sono ben 274 imprese, nei cosmetici 7, per le apparecchiature elettriche ed elettroniche 28, tra i gioiellieri 153, per i giocattoli 3, e tra le forniture mediche e occhiali 343.

A livello territoriale, la maglia nera spetta alla provincia di Sassari-Gallura: le imprese maggiormente esposte alla contraffazione sono 269 e rappresentano il 15,2% del totale dell'artigianato manifatturiero. Seguono Cagliari con 236, Nuoro 124, Sud Sardegna 100 e Oristano con 79.

«Siamo in una stagione - commenta Antonio Matzutzi, presidente Regionale di Confartigianato Imprese Sardegna - in cui il fenomeno del 'falsò fa sentire i suoi effetti per questo diciamo forte e chiaro: non comprate patacche».

«La nostra associazione - aggiunge - continua a vigilare sul fenomeno e a chiedere maggiore tutela per gli imprenditori. E non ci riferiamo soltanto al commercio abusivo di merce contraffatta sulle spiagge o nelle principali piazze, ci sono anche altri aspetti da tenere sotto controllo: per esempio l'organizzazione dei mercatini cosiddetti 'artigianalì, un 'marchiò che viene assegnato, a nostro parere, senza i necessari controlli. Spesso di artigianale in esposizione c'è veramente poco»

WsStaticBoxes WsStaticBoxes