Cadeddu, M5s: nessun anticipo Pac

Per il deputato il cambio Agea-Argea blocca l’erogazione di luglio 

CAGLIARI. Il deputato del Movimento 5 Stelle Luciano Cadeddu ha lanciato un allarme sull'erogazione dei fondi della Politica agricola comune (Pac): secondo il parlamentare gli agricoltori non riceveranno gli anticipi di luglio. La colpa sarebbe – afferma – del fatto che «la Regione si è sostituita all'organismo pagatore Agea, proprio quando avrebbe dovuto destinare i contributi a favore degli agricoltori». Il 14 ottobre infatti è previsto il via dell’Organismo pagatore regionale Argea, soluzione attesa ma per la quale l’agenzia isolana non sarebbe ancora pronta.

«L'unica certezza – dice Cadeddu – per i nostri agricoltori è che quest'estate non ci sarà nessun anticipo sul contributo europeo che, come tutti gli anni, sarebbe dovuto arrivare a fine luglio per consentire di affrontare i mesi estivi. Da allevatore prima e da parlamentare poi, ho sempre espresso i miei dubbi sull'ente pagatore regionale sardo: quello che sta accadendo è il risultato di una scelta azzardata». Secondo il deputato, «non si sarebbe dovuto far partire Argea senza prima dare garanzie al mondo agropastorale sardo: un ente con queste caratteristiche ha bisogno di personale che deve essere assunto con bando pubblico e successivamente deve essere formato. Cosa impensabile da fare in poche settimane».

Cadeddu chiede così al presidente della Regione, Christian Solinas e all'assessore all'agricoltura, Gabriella Murgia «di chiarire il prima possibile cosa sta succedendo: si rischia di uccidere la nostra agricoltura, già messa in ginocchio da una serie di criticità che vanno avanti da troppo tempo».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes