Incendi in Sardegna, il triste primato del 2019: sono già oltre 1900

Un canadair in azione

Novecento roghi in più rispetto alla scorsa stagione. E molti sono dolosi. In calo la superficie bruciata. L'assessore Lampis: «Interventi tempestivi»

SASSARI. È una lotta quotidiana, incessante. L'isola brucia, da nord a sud, quasi sempre con più roghi contemporaneamente. Spesso si viaggia a doppia cifra, come accaduto negli ultimi due giorni: 11 incendi nella giornata di ferragosto, alcuni dei quali partiti la sera prima, altrettanti ieri, quando soltanto dopo le 13 le forze aeree e i mezzi a terra sono riusciti a domare le fiamme che da 24 ore stavano devastando il territorio di Pula. È una estate durissima per la macchina antincendio regionale, perché i roghi sono molto più numerosi rispetto alla stagione passata: alla data del 15 agosto 2018 si erano verificati 1016 incendi, quest'anno la conta è già arrivata a 1902. E tra questi, molto sono dolosi. Ne sono convinti gli investigatori, per via che nelle stesse località scoppiano diversi roghi in più punti, come se ci fosse la volontà criminale di mettere in difficoltà la macchina antincendio.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes