Cade il governo, Solinas: "La Sardegna non si ferma, subito tre leggi"

Il governatore Christian Solinas

Il governatore non è spaventato dalla situazione nazionale, la Regione da settembre riprenderà la sua marcia per riorganizzare sanità, urbanistica ed enti locali

SASSARI. L'inabissamento del governo del Capitano non sembra averlo turbato in modo eccessivo. Il governatore della Sardegna Christian Solinas ieri 20 agosto è rimasto per tutto il pomeriggio incollato alla tv come milioni di italiani.

Ma per settembre promette comunque di portare in discussione i tre mattoni fondamentali con cui vuole costruire la legislatura: riforma della sanità, legge urbanistica e riordino degli enti locali.

Sul che fare ora è netto: «Personalmente andrei al voto».

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes