Rivolta del latte, otto pastori a processo per il blitz su un'autocisterna

Lo sversamento del latte da un'autocisterna (foto archivio)

Sono accusati dalla Procura di avere fermato con le auto un autotrasportatore e di averlo minacciato a volto coperto. L'udienza è già fissata per gennaio

SASSARI. Otto pastori sardi, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, dovranno comparire davanti al giudice monocratico di Sassari il 24 gennaio 2020 con l'accusa di avere bloccato una cisterna del latte durante le proteste per la vertenza degli allevatori ovini sul prezzo del prodotto, lo scorso febbraio. Secondo l'accusa gli otto avrebbero fatto parte di un gruppo di manifestanti che aveva bloccato un'autocisterna del latte nei pressi di Bonorva (Sassari) costringendo l'autista a sversare a terra il contenuto del camion. Dopo le indagini si è arrivati ora alla citazione diretta in giudizio.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes