Ancora fiamme a Lodè e Paulilatino

Canadair e elicotteri impiegati per dare sostegno al lavoro di decine di squadre 

SASSARI. Caldo e vento. Vento e caldo: per le donne e gli uomini dell’apparato antincendi della Sardegna si susseguono giornate ad alto rischio. Quando si attenua il maestrale, risalgono le temperature e in ogni caso sono pessime notizie per chi deve lottare contro i roghi estivi e ottime occasioni per chi invece quei roghi ha interesse ad appiccarli e a farli propagare.

La situazione non dovrebbe migliorare nei prossimi giorni, anzi. È infatti in arrivo un’altra settimana di caldo torrido, cominciata già ieri con un aumento della temperatura e con diversi interventi in varie parti dell’isola.

Il danno più rilevante nel Nuorese dove sono andati in fumo 40 ettari di bosco e pascoli arborati tra Lodè e Onanì. Per spegnere le fiamme, in località «C.Delogu», sono dovuti intervenuti tre elicotteri leggeri, un Super Puma e due Canadair da Olbia, oltre a diverse squadre a terra. Le operazioni di spegnimento sono state coordinate dal personale della stazione di Bitti intervenuta con due unità ed un pick up.

Sul fronte del fuoco il personale a bordo dei mezzi aerei e, a terra, gli uomini del Gauf di Nuoro e 6 squadre dell'agenzia Forestas dei cantieri di Crastazza, Vallai, Guzzurra e Olunurra. L’incendio ha percorso una superficie di circa 40 ettari di bosco e pascoli arborati. Le operazioni di spegnimento e bonifica sono andate avanti sino a sera inoltrata. Si tratta del più vasto rogo della giornata nella quale sono stati registrati complessivamente 10 incendi.

Le fiamme hanno ripreso a viaggiare anche a Paulilatino, dopo i roghi dei giorni precedenti. In azione un elicottero proveniente dalla base del corpo forestale di Fenosu e uno dalla base di Sorgono.

Le operazioni di spegnimento, che sono proseguite sino a sera e sono state dirette dalla stazione della forestale di Ghilarza (oltre ai mezzi aerei hanno lavorato a terra la squadra del Gauf di Oristano, una squadra locale di Forestas, una squadra della compagnia barracellare di Paulilatino e una squadra dei vigili del fuoco. L’incendio ha percorso una superficie di alcuni ettari di macchia mediterranea.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes