Quarantena sullo yacht a Cala di Volpe

Coppia di turisti positiva al tampone. Ospiti e equipaggio in isolamento

ARZACHENA. Il Covid non risparmia nessuno: né i turisti che sbarcano dal traghetto, né i poveri migranti che approdano in Sardegna rischiando la vita su miseri barchini, e neppure i super ricchi che arrivano nell’isola su yacht da sogno costati decine, se non centinaia, di milioni di euro. Come la coppia giunta in Costa Smeralda nei giorni scorsi con un’imbarcazione di circa 70 metri, e con 23 persone di equipaggio, adesso bloccata nella rada del Cala di Volpe. Nel tratto di mare più famoso del nord-est sardo, dove a vedere la folla di barche si stenta a credere che sia l’estate del coronavirus, l’allarme è scattato nel fine settimana. Sul grande yacht pare che a manifestare per prima i segni del contagio, uno stato febbrile, sia stata la donna. Partita la richiesta di verifica, tutte le persone a bordo sono state sottoposte a tampone. La donna e un’altra persona sono risultati positivi al coronavirus. Per loro e per tutto l’equipaggio è scattato l’isolamento. A dare la notizia dei due casi di Covid-19, dopo aver ricevuto la comunicazione dall’Ats Sardegna, è stato il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda, con un comunicato ai cittadini pubblicato sul sito istituzionale e sulla pagina Facebook del Comune. Il sindaco ha rassicurato la popolazione sul confinamento di tutti coloro che sono a bordo dello yacht, aggiungendo che «ogni comunicazione dell’Ats Sardegna verrà immediatamente resa nota a garanzia della salute e della tranquillità della popolazione». A rassicurare il sindaco è anche la dichiarazione fatta da coloro che sono a bordo dello yacht: nessuno sarebbe sceso a terra e nessuno avrebbe avuto contatti con altre persone dopo l’arrivo in Sardegna. Dove, secondo le norme, la grande imbarcazione, monitorata dalla guardia costiera, dovrà restare fino al termine della quarantena. Con problemi logistici non semplici da risolvere, compreso quello dello smaltimento dei rifiuti che deve avvenire nel rispetto delle norme di sicurezza anti-contagio.

Due giorni fa, invece, l’allarme Covid-19 era scattato a Santa Teresa. Un turista 18enne è risultato positivo al tampone. Avrebbe contratto il virus durante una precedente vacanza in Croazia. L’intera famiglia, cinque persone – ha comunicato il sindaco Stefano Pisciottu – è stata messa in quarantena. Ritorna invece Covid-free, Palau. Lo fa sapere il Comune: le due persone per le quali a fine luglio era stata disposta la quarantena con sorveglianza attiva sono risultate guarite dal 7 agosto. Nello stesso giorno è terminata la quarantena preventiva di 14 giorni anche per altre due persone che, sebbene negative al tampone, avevano avuto contatti stretti con i due positivi. (a.se.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes