Percentuale di positività da due giorni oltre quota 12

Registrati 194 nuovi casi, ma con appena 1.574 tamponi. Ci sono altre 9 vittime Il direttore sanitario del Santissima Trinità contesta le chiusure nei fine settimana

SASSARI. Non c’è quasi mai un modo univoco di interpretare i numeri. Dopo il bollettino di ieri l’ottimista guarda ai 194 nuovi casi e li legge come un calo della curva del contagio. Verissimo. Ma è vero anche quello che può pensare il pessimista: e cioè che quei 194 casi sono stati “scovati” grazie a 1.574 tamponi. Il che ci dice che il 12,33 per cento dei casi esaminati è risultato positivo. Negli ultimi quattro giorni la percentuale di positivi in base ai test è sempre stata oltre la soglia del 10 per cento e oltre il 12 negli ultimi due. Nei giorni precedenti si era avuta quasi sempre una percentuale a una cifra.

Due modi di leggere i dati in un momento in cui la speranza di una fase di sereno si scontra sempre con qualcosa che la rimanda, la sospende. Non c’è molto da gioire, quindi, anche perché la conta dei morti non si ferma ed è sempre pesante: anche ieri 9 vittime, tre donne e sei uomini tra 42 e 90 anni di cui cinque residenti della provincia del Sud Sardegna e quattro della Città Metropolitana di Cagliari.

Con i 194 di ieri salgono così a 31.861 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Forse per effetto delle festività, il numero dei campioni è vistosamente calato: in totale ne sono stati eseguiti 488.894 con un incremento di 1.574 rispetto al giorno precedente.

La visione positiva trova un aiuto nel conto dei pazienti ricoverati in ospedale. Si allenta la pressione sui reparti Covid della Sardegna perché anche ieri il numero delle persone assistite in sezioni non intensive è scesa: ora sono 473, sei in meno rispetto al giorno precedente. Risale invece a 43 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva.

Le persone in isolamento domiciliare sono 16.238. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 14.036 (+111) pazienti guariti, più altri 307 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 31.861 casi positivi complessivamente accertati, 7.142 (+14) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 5.234 (+48) nel Sud Sardegna, 2.553 (+9) a Oristano, 6.371 (+56) a Nuoro, 10.561 (+67) a Sassari.

La strategia decisa dal Governo per le feste, che dovrebbe essere riconfermata anche sino alla prima metà di gennaio, è motivo di discussione. Una voce critica arriva da Sergio Marracini, direttore sanitario del Santissima Trinità e del Binaghi di Cagliari, ospedali Covid: «Nei giorni feriali ci si contagia e nei week end tutti in casa a trasmettersi il virus. Quale sarebbe la strategia? L’immunità di gregge? Allora tutti fuori, tutti i giorni senza far morire il Paese. Visto che ormai è verificato in tutto il mondo che ci si sta contagiando in famiglia, in ambienti confinati non arieggiati, stiamo tutti all’aperto con la mascherina, se ci si trova in prossimità di altre persone, manteniamo le distanze».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes