Dopo la denuncia di una mamma arrestati cinque personal trainer

CAGLIARI. Cinque personal trainer arrestati e altre dieci persone indagate per un traffico illecito di sostanze anabolizzanti scoperto dai carabinieri del Nas di Cagliari. In carcere è finito...

CAGLIARI. Cinque personal trainer arrestati e altre dieci persone indagate per un traffico illecito di sostanze anabolizzanti scoperto dai carabinieri del Nas di Cagliari. In carcere è finito Giuliano Lacolla, 47 anni di Capoterra, ai domiciliari invece Corrado Bellosi, 45 anni, Pierpaolo Melis, 35, Nicola Salisci, 29enne, tutti e tre di Cagliari, e Mattia Podda 40 anni, originario di Serramanna e residente a Villasor. Tra i denunciati anche una mamma che "spacciava" un farmaco particolarmente costoso e ricercato tra i bodybuilder, togliendolo dalla terapia destinata al figlio minorenne con problemi di crescita. Gli investigatori del Nas, diretti dal maggiore Nadia Gioviale, hanno disarticolato un consolidato sistema finalizzato al traffico di sostanze dopanti e anabolizzanti, operativo sul territorio regionale e destinato a bodybuilder professionisti e giovani atleti frequentatori di palestre cagliaritane.

Le indagini erano state avviate a seguito dell'esposto di una donna preoccupata per lo stato di salute del figlio, giovane atleta di bodybuilding ed assuntore di farmaci dopanti.

I reati ipotizzati sono quelli di traffico clandestino di farmaci ad azione anabolizzante e stupefacente, ricettazione ed esercizio abusivo della professione medica. Le sostanze dopanti venivano acquistate via internet da paesi esteri o in farmacie cittadine che le dispensavano senza la prevista prescrizione medica. (luciano onnis)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes