Scooter contro suv Muore un 44enne

Tamponamento fatale sulla pericolosissima statale 554 La vittima è un uomo di Villasor. Illesi i passeggeri dell’auto

QUARTU. Un'altra croce da piantare sulla statale 554 per l'ennesima vittima di una “strada killer". Ieri sera in un incidente ha perso la vita uno scooterista 44enne di Villasor, Marco Muscas. Secondo la prima ricostruzione l’uomo ha tamponato un Suv che lo precedeva e nell'urto è stato sbalzato di alcuni metri di distanza, ricadendo pesantemente sull'asfalto e rimanendo esanime a terra. Il centauro è morto presumibilmente sul colpo, a nulla è valso l'intervento degli operatori del 118 che hanno potuto solo constatare il decesso. Praticamente illesi invece gli occupanti dell'auto tamponata, fra cui due bambini. Per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente e accertare eventuali responsabilità di parte, hanno operato fino a tarda notte gli agenti della polizia municipale di Quartu. Il traffico automobilistico sulle due corsie in direzione statale 131 è rimasto bloccato fino al termine dei rilievi di legge e alla rimozione della salma e dei veicoli coinvolti. L'incidente è accaduto intorno alle 20 a una cinquantina di metri dal bivio di via Marconi, nel quartiere di Pitz'e Serra. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti della Municipale, lo scooterista procedeva verso la 131 quando, per cause da stabilire, ha tamponato violentemente sulla corsia di sorpasso un Suv che lo precedeva. La violenza dell'urto ha proiettato in aria sia il maxi scooter che il conducente, ricaduto poi sull'asfalto a una distanza di qualche metro. Gli automobilisti che seguivano i due veicoli hanno attivato immediatamente i soccorsi con la richiesta di intervento urgentissimo al 118 perché qualcuno si è reso subito conto che il centauro non dava più segni di vita. Spaventatissimi ma illesi gli occupanti del Suv, una intera famiglia. Il traffico è rimasto bloccato e si è formata una fila di auto fin dal Margine Rosso. Tempo una decina di minuti e sono arrivati sul posto un'ambulanza medicalizzata del servizio 118 e le pattuglie della polizia municipale, supportate per la messa in sicurezza del luogo dell'incidente dai carabinieri. Quanto i sanitari si sono apprestati a prestare soccorso allo scooterista riverso sull'asfalto senza più il casco di protezione, hanno subito intuito che non c'era più niente da fare per salvargli la vita.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes