Banda ultralarga anche per l'Asinara e Carloforte

L'Asinara

Il piano nazionale del Governo

MILANO. Banda larga, anche le isole minori della Sardegna coinvolte nel piano nazionale. Il Governo ha un piano per migliorare la connessione e portare la bandaultralarga anche nelle isole minori, con un investimento stimato di 60,5 milioni di euro da realizzarsi secondo il cronoprogramma di Infratel, la società in house del Ministero, entro il 2023. È partita la consultazione pubblica sul Piano di interventi infrastrutturali per la banda ultralarga nelle isole minori e gli operatori interessati hanno 30 giorni per rispondere. Le gare dovrebbero partire a giugno.

L'obiettivo, si legge nel documento di consultazione, è quello di dotare le isole minori di un backhaul ottico abilitante lo sviluppo della banda ultralarga, l'incremento della copertura delle reti radiomobili, assicurando anche l'evoluzione verso i servizi 5G. Nel dettaglio è prevista la posa di cavi sottomarini in sostituzione dei ponti radio per connettere Capraia nell'arcipelago Toscano, le Isole Pontine, Ustica, le Egadi, le Tremiti, e in Sardegna per l'Asinara e le Sulcitane; nuovi cavi per ampliare la banda nelle Eolie e proteggere il collegamento di Stromboli, Panarea, Filicudi; completare l'anello ottico per proteggere il traffico nelle Pelagie e sostituire un collegamento obsoleto (25 anni) tra Mazara e Pantelleria. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes