Schianto contro un albero: muore 23enne

Universitaria perde il controllo dell’auto a causa della pioggia ed esce di strada, inutili i soccorsi. Ferito un coetaneo 

SANT’ANDREA FRIUS. Sgomento, commozione e incredulità a Sant’Andrea Frius per la tragica scomparsa della ventitreenne Sara Canu, studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Roma. La ragazza è rimasta vittima di un incidente accaduto nella tarda serata di giovedi all’altezza del km 34,950 della statale 387 alla periferia del centro abitato di Sant’Andrea Frius. Sara Canu, per cause ancora in via di accertamento, ma con molta probabilità a causa dell’abbondante pioggia che ha reso viscido il fondo stradale, nell’affrontare una curva ha perso il controllo dell’auto sulla quale viaggiava, una Peugeot 406 vecchio modello di colore grigio. L’autovettura è “schizzata” via dalla sede stradale e si è schiantata frontalmente contro il tronco di un albero, a qualche metro dalla carreggiata. Sara Cannas è morta sul colpo.

Inutili sono stati i tentativi di rianimarla effettuati dall’equipe della “Mike 65”, la medicalizzata del 118 del distretto della Trexenta, allertata dalla sala operativa che ha ricevuto la segnalazione dell’incidente da un automobilista. A bordo dell’auto viaggiava anche il ventiduenne Marco Boi, studente di Sant’Andrea Frius, amico della vittima, che fortunatamente ha riportato solo lievi ferite. Il ragazzo, in evidente stato di choc, dopo essere stato stabilizzato, è stato trasportato all’ospedale Brotzu di Cagliari dall’equipe di “Alpha 31” dell’associazione “Il Samaritano” di Serdiana. I rilievi di legge sono stati effettuati dai carabinieri della stazione di Sant’Andrea Frius coadiuvati dai colleghi del nucleo radiomobile della compagnia di Dolianova e della stazione di Donori.

Nel corso della notte tra giovedì e venerdì, cosi come disposto dal magistrato di turno, il corpo della ragazza è stato riconsegnato ai familiari. La salma è stata trasportata nella sala mortuaria della casa di riposo delle suore Manzelliane di via Giovanni XXIII dove è stata allestita la camera ardente. Il rito funebre sarà celebrato questo pomeriggio alle 15 nella cappella del cimitero di Sant’Andrea Frius dal parroco don Angelo Cardia. In paese sarà una giornata di lutto cittadino come disposto dal sindaco Simone Melis.

La nuova tragedia ha reso attonita la comunità del piccolo centro del Gerrei che segna la linea di confine con la Trexenta e il Parteolla. Un dolore che la gente del posto aveva già provato nel settembre del 2018, quando venne travolto ed ucciso da un’auto il quindicenne Simone Casu mentre si recava a piedi all’oratorio parrocchiale. A poche decine di metri di distanza dal luogo in cui nella tarda serata di giovedì è avvenuto il tragico incidente, nel maggio del 2018 aveva perso la vita il motociclista Luca Piu.

I santandriesi hanno manifestato vicinanza e cordoglio ai familiari di Sara, il papà Raffaele, sottufficiale della Guardia di finanza, la madre Raimonda Pintus, infermiera all’ospedale oncologico Armando Businco di Cagliari, il fratello maggiore Paolo, dipendente della Ryanair, affranti dal dolore. La ragazza era molto conosciuta e stimata a Sant’Andrea Frius cosi come lo sono i suoi familiari. Dopo essersi diplomata al liceo artistico Foiso Fois di Cagliari si era iscritta al corso “Tutela e valorizzazione dei beni ambientali”, dell’Accademia delle Belle Arti di Roma. A causa del covid 19 era rientrata in Sardegna e seguiva le lezioni per via telematica.

La morte tragica e improvvisa ha spezzato i sogni di Sara, una ragazza definita da chi la conosceva “solare, altruista, giudiziosa e studiosa”. Centinaia le attestazioni di partecipazioni al lutto espresse sui social.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes