Primo maggio in Sardegna: c'è la festa, non c'è il lavoro

La manifestazione per il lavoro in piazza d'Italia a Sassari (foto Mauro Chessa)

I sindacati: il Covid è stato uno tsunami, ma è ancora possibile rimediare

Esisteva un mondo del lavoro precedente alla pandemia e ne esisterà uno successivo. Oggi, primo maggio, la Festa del Lavoro per molti – troppi – fa da sfondo a una condizione che rischia di cancellare migliaia di attività, migliaia di posti di lavoro, migliaia di famiglie. I sindacati: uno tsunami che in Sardegna è ancora possibile arginare, a patto che l’elenco degli errori sia arrivato all’ultima pagina.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

"Tende in piazza" a Sassari, le partite Iva: nel rispetto delle regole anti-Covid vogliamo lavorare

WsStaticBoxes WsStaticBoxes