Incendiari scatenati, ieri 30 roghi

In otto località sono intervenuti anche gli elicotteri. A Ozieri in cenere 70 ettari, fiamme a Telti e Luras

SASSARI. Caldo e vento, il mix ideale per chi non ha a cuore la sicurezza e l’ambiente e non attende altro per innescare un incendio, Così eri l’esercito che combatte i folli del cerino ha avuto il suo bel daffare, impegnato a domare 30 roghi sul territorio regionale, dei quali 8 hanno richiesto l’intervento del mezzo aereo del Corpo forestale.

Quello che ha divorato più territorio, ben 70 ettari di stoppie, si è verificato nelle campagne di Ozieri, località “Campo de Vora”, dove oltre all’elicottero della forestale di Anela è intervenuto anche il Super Puma decollato dalla base di Fenosu. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla Stazione di Ozieri che oltre al personale elitrasportato, si è avvalsa di 3 squadre Forestas dei cantieri di Ozieri e Nughedu San Nicolò, di una dei barracelli e una di volontari di Ozieri.

Paura anche a Nurri, dove un incendio in località “Planu Burraxeddu” le fiamme hanno mandato in cenere 15 ettari di seminativi, fermate dall’intervento di un elicottero della base della forestale di Villasalto. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla stazione di Isili, che ha utilizzato 2 squadre Forestas di Isili e Villanovatulo, una comunale di Nurri e una di volontari di Isili. A Uta, località “San Tommaso”, è intervenuto un elicottero della base di Pula in aiuto alle squadre da terra, con 10 ettari di terreni incolti percorsi dalle fiamme. Stessa superficie interessata a Pabillonis, in località “Bau Sa Conca”, dove sono intervenuti un elicottero leggero e il Super Puma da Fenosu. Distrutti canneti e coltivi.

Quattro gli ettari di pascolo arborato incendiati a Telti in località “Aratena”, dove sono intervenuti due elicotteri provenienti dalle basi del Corpo forestale del Limbara e di Alà dei Sardi. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla stazione di Monti, e oltre al personale aereo hanno impegnato 6 squadre Forestas dei cantieri di Olbia, Monti, Berchidda e Padru, una di barracelli di Telti. Sempre in Gallura, ma a Luras, un rogo ha interessato 4 ettari di macchia mediterranea e vigneti a “Monte Toveddu”, costringendo a intervenire anche qui due elicotteri provenienti dal Limbara e da Alà. È stata la stazione di Calangianus a dirigere le operazioni, coadiuvata a terra da 2 squadre Forestas di Luras e Calangianus, una dei Vigili del fuoco di Tempio e una di volontari tempiesi.

A Riola Sardo, in località “Parradei” un elicottero proveniente da Fenosu ha consentito al Gauf di Oristano, che si è avvalso di una squadra Forestas di Massama e una dei vigili del fuoco di Oristano, di limitare il danno a tre ettari di incolti.

Fiamme anche in Ogliastra, precisamente in agro di Tortolì in località “Case Mameli”, dove è intervenuto un elicottero proveniente dalla base del Corpo forestale di San Cosimo. Le operazioni di spegnimento sono state dirette dalla stazione di Tortolì coadiuvata dal personale elitrasportato, da 4 squadre Forestas dei cantieri di Tortolì, Baunei, Ulassai e Villagrande: in cenere circa un ettaro di Bosco. (a.palmas)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes