Assegnati 24 alloggi costruiti dall’Area in zona San Nicola

Le abitazioni in linea con le politiche di risparmio energetico Il Comune spera di consegnare in poco tempo altre 20 case

OZIERI. Una cerimonia semplice ma con tutti i crismi dell’ufficialità ha salutato nei giorni scorsi a Ozieri la consegna dei ventiquattro nuovi appartamenti realizzati da Area nel quartiere di San Nicola.

Le case - di modernissima concezione, dotate di impianti all’avanguardia per la riduzione dei consumi e di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica - sono state assegnate ad altrettante famiglie ozieresi: le prime della graduatoria stilata dal settore Servizi Sociali sulla base delle domande presentate.

Ma non saranno solo queste a vedersi assegnato un alloggio in tempi brevi, come ha annunciato a margine della cerimonia l’assessore ai Servizi Sociali Gigi Sarobba. «Grazie alla ricognizione effettuata sulle abitazioni “di risulta” – ha detto infatti l’assessore – sarà possibile in poco tempo assegnare altri venti appartamenti circa, e di esaurire così pressoché tutte le richieste presentate. Ecco quindi che questa occasione – ha aggiunto – è per noi un momento di emozione e soddisfazione nonché, non lo nego, di reale felicità. Oggi abbiamo celebrato un risultato importante, per il quale ringrazio Area rappresentanto dal direttore generale Sebastiano Bitti (presente alla cerimonia insieme al sindaco Leonardo Ladu, ndr) e di tutto il suo staff e anche, non da ultimi, gli operatori di tutti i livelli dei Servizi Sociali del Comune che si sono impegnati senza risparmio di forze per centrare questo obiettivo».

Da dieci anni (quasi undici, si parla dell’estate del 2004) a Ozieri non venivano realizzate nuove case Area, sebbene le richieste fossero sempre numerose. Da qui i numerosi problemi di sistemazione per tante famiglie che nella maggior parte dei casi dovevano attendere che si liberassero alloggi già precedentemente assegnati. Ora, con la costruzione di queste nuove case, e la ricognizione degli appartamenti “di risulta”, tante richieste potranno essere accolte.

Oltre alla soddisfazione dell’assessore Gigi Sarobba, nonché del sindaco Leonardo Ladu e del direttore generale Area Sebastiano Bitti, c’è da registrare anche quella degli assegnatari, che si sono visti consegnare le chiavi di appartamenti nuovi di zecca, esteticamente belli ed energeticamente sostenibili. Un lieto fine che rischiava di essere rovinato, come si ricorderà, dalla richiesta di una “cauzione” per i costi di registrazione dei contratti - nell’ordine di diverse centinaia di euro - fatta da Area agli assegnatari prima della consegna delle chiavi.

Un problema del quale si era immediatamente interessata l’associazione politico-culturale Solidarietà & Rinascita, che in una lettera aperta (diramata dal portavoce Pietro Corosu e pubblicata anche su queste pagine) indirizzata all’allora commissario straordinario Area e all’assessore regionale ai Lavori Pubblici Paolo Maninchedda, aveva chiesto «un ripensamento, o almeno una rateizzazione» degli importi richiesti. Dopo quest’intervento, e anche dopo le richieste di alcune famiglie, la rateizzazione è stata concessa a tutti gli assegnatari. «Un risultato per il quale ringraziamo gli operatori dei Servizi Sociali comunali per il loro grande impegno», ha detto uno degli assegnatari.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes