Proteste per il karaoke e il fumo delle arrostite

PORTO TORRES. Diversi cittadini hanno segnalato il volume alto della musica e le “ziminate” improvvisate fino a tarda notte nei locali. Una storia che si ripete soprattutto quando arriva l’estate, e...

PORTO TORRES. Diversi cittadini hanno segnalato il volume alto della musica e le “ziminate” improvvisate fino a tarda notte nei locali. Una storia che si ripete soprattutto quando arriva l’estate, e magari nel fine settimana, quando gli esercizi commerciali sperano di guadagnare qualcosa in più proponendo novità per attirare la clientela. «Io credo che durante i giorni feriali sia giusto riposare – dice una signora –, ma se poi apri la finestra per sfuggire al caldo opprimente, ti vedi arrivare del fumo di arrosto che arriva dal locale vicino alla mia abitazioni». Altri si lamentano invece per il volume alto del karaoke: «Capisco e condivido il divertimento durante le notti estive – dice un signore –, ma se apri la finestra non riesci a sentire il televisore a causa delle persone che si cimentano nel canto». Si chiede moderazione nel suono e nei canti da una parte, e per quelli che arrostiscono di dotarsi di una canna fumaria che possa dirottare altrove i fumi. In una città preda della devastante crisi economica si cerca di sbarcare il lunario con iniziative invitanti, ma i cittadini chiedono moderazione per convivere in pace e tranquillità. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes