Diminuiscono i parti cesarei, in calo le nascite

Il direttore della struttura Salvatore Dessole: «Speriamo nell’analgesia per le donne»

SASSARI. La bella notizia è che nel 2017 sono diminuiti i parti cesarei. Un dato da sottolineare perché il punto nascita delle cliniche di San Pietro negli ultimi anni era “zavorrato” da un record considerato negativo sotto il profilo sanitario rispetto alle modalità delle nascite. Le statisitiche elaborate dall’Aou dicono che nel 2017 sono nati 453 i bambini nati con il taglio chirurgico mentre nell’anno precedente i parti in sala operatoria erano stati 578. «Certamente un dato confortante - spiega il direttore della clinica Salvatore Dessole - anche se non dobbiamo demonizzare il parto cesareo che salva la vita a tanti bambini e alle loro mamme». L’incidenza del pato cesareo sarebbe da addebitare, a quanto afferma Dessole, fra l’altro all’assenza, in un punto nascita grande come quello sassarese, della possibilità per tutte le donne di partorire in analgesia, ossia senza dolore. La direzione dell’Aou ha da poco reso noto che sono cominciate le selezioni per l’assunzione di tre anestesisti che si dovrebbero dedicare, fra le altre prestazioni, anche al parto antalgico ma appare ovvio che non saranno sufficienti a coprire i turni per garantire questo diritto all’interno del sistema sanitario pubblico. «Effettuare questa prestazione solo per chi è in grado di pagare è impensabile, perciò speriamo che al più presto si creino le condizioni per accontentare tutte le donne».

Ma ecco alcuni dati interessanti forniti dall’Aou. Nel 2017 la clinica diretta da Salvatore Dessole ha registrato 1.115 parti, dei quali 31 gemellari e 2 trigemini, per un totale di 1.163 nuovi nati. I maschi sono stati 597 mentre le femmine 566. Su 1.163 nati 108 erano stranieri. Raffrontati con i dati del 2016 si registra un lieve calo nel 2017. Infatti il numero dei parti nel 2016 era stato di 1.151 per un numero di nati pari a 1.186. Anche il 2016 è stato l'anno dei maschietti che avevano raggiunto quota 608 contro le 578 femminucce. Più alto nel 2016 il numero dei parti cesarei che si era attestato a quota 578 contro i 573 naturali. Nella sala parto della clinica di Ginecologia e ostetricia, infine, nel 2016 erano stati registrati 1 parto trigemellare e 33 gemellari. (g.g.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes