Sassari, raid notturni e furti: a Li Punti è allarme

Nel mirino decine di auto, abitazioni e attività commerciali

SASSARI. Se tre indizi fanno una prova nelle ultime settimane a Li Punti ne hanno raccolte a decine. Il quartiere – da sempre considerato tranquillo – nell’ultimo periodo si è riscoperto meno sicuro del solito e in balia dei delinquenti. Tanti gli episodi di micro criminalità che hanno fatto salire improvvisamente il livello di guardia.

Nel mirino dall’inizio dell’anno sono finite decine di auto, abitazioni private e diverse attività commerciali, a cui vanno aggiunte le “visite” sgradite nelle campagne qui intorno.

I furti sono stati messi a segno prevalentemente nel corso di raid notturni, ma più di un abitante del quartiere ha dovuto fare i conti con i “topi” d’auto anche in pieno giorno.

L’escalation di criminalità non ha risparmiato la nuova farmacia “Santa Rita”, aperta meno di tre mesi fa in via Gavino De Luca, nella zona di via Monte Tignosu.

«Due settimane fa – racconta una delle titolari – hanno tentato di entrare anche da noi, dopo aver scardinato una vetrata dal muro con un piede di porco. Il ladro ha fatto in tempo a mettere i piedi dentro il nostro locale – aggiunge la farmacista – e immediatamente è scattato l’allarme che lo ha messo in fuga». Sull’episodio stanno lavorando gli investigatori della squadra mobile della questura. Le immagini delle telecamere di videosorveglianza della farmacia potrebbero averlo ripreso in volto.

«A me qualche giorno fa hanno spaccato il vetro della macchina» racconta Mattia Scanu, cameriere residente a Ottava che a Li Punti trascorre gran parte della giornata per motivi di lavoro. «Dopo aver rovistato dentro l’abitacolo – aggiunge il cameriere – hanno tentato anche di accendere il motore per portarla via, ma devono essere stati disturbati e hanno desistito». Nel mirino anche l’edicola Puggioni di via Monte Tignosu. «Durante le feste natalizie – racconta Mario Puggioni – ho subìto due furti. Dopo aver sfondato il pannello del box che ospita l’edicola, hanno portato via i soldi del fondo cassa – aggiunge l’edicolante – e svariata merce». Su questo episodio stanno indagando i carabinieri, ma in questo caso non ci sarebbero telecamere a dare man forte agli investigatori. Tanti episodi che hanno creato preoccupazione anche tra i componenti del neonato comitato di quartiere. «Proprio ieri – spiega il presidente Giagio Patorno – ho segnalato al Comune un’azione vandalica e un furto di legna in tre spazi pubblici. Detto questo – aggiunge Patorno – devo dire che nonostante questi episodi Li Punti rimane un posto tranquillo. Chiediamo solo alle forze dell’ordine di tenere sempre alta la guardia». La pensa così anche William Fattacciu, titolare del Doddi’s Cafè. «Ci sarà stato qualche furto in più del solito – spiega il ristoratore – ma non cambierei Li Punti con il centro della città».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes