Valledoria, rapina al “SuperConcas” il bottino è di mille euro

Malviventi in azione martedì sera all’ora di chiusura del market. Dopo aver minacciato i dipendenti con le pistole, spmp scappati a bordo di un’auto

VALLEDORIA. Hanno vissuto attimi di paura, martedì scorso, i dipendenti che si trovavano all’interno del supermercato “Super Concas”, in via Ampurias: due uomini armati e incappucciati hanno fatto irruzione nel supermercato e si sono fatti consegnare il denaro custodito nelle casse.

Erano le 20, poco prima dell’orario di chiusura, quando i due malviventi con il volto coperto sono entrati con le pistole in mano nel negozio ordinando che gli venisse consegnato l’incasso della giornata. A quel punto ai dipendenti non è rimasto altro che aprire le casse e consegnare quello che all'interno vi era contenuto, circa mille euro.

Dopo aver preso i soldi, i due malviventi sono scappati a bordo di un’autovettura facendo perdere le proprie tracce. Quasi incredibile la sfrontatezza dei rapinatori: determinati a tutto non hanno esitato a puntare le armi contro i dipendenti del supermercato, incuranti di un altro particolare: il negozio preso di mira, infatti, si trova in una zona trafficata e oltretutto adiacente agli uffici postali, e in una via sotto videosorveglianza.

L’allarme è scattato quasi subito e sul posto sono arrivati i carabinieri della tenenza di Valledoria che hanno avviato le indagini con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Porto Torres per trovare elementi utili a risalire agli autori della rapina.

I titolari non intendono rilasciare dichiarazioni su quanto è accaduto anche se confermano di essere stati oggetto della rapina martedì scorso. «Aspettiamo l’esito della indagini», hanno detto.

«A nome della cittadinanza – dice il sindaco Paolo Spezziga – esprimo tutta la mia solidarietà ai titolari del supermercato e ai dipendenti che si trovavano all’interno della struttura commerciale».

«Ritengo sempre più opportuno – aggiunge il primo cittadino – che la compagnia dei carabinieri a Valledoria sia riassegnata al più presto perché questi episodi di delinquenza ormai stanno togliendo la tranquillità alle comunità del territorio. Inoltre – conclude Paolo Spezziga – stiamo procedendo ad installare le telecamere di videosorveglianza in punti strategici del territorio comunale proprio per scoraggiare tutta una serie di atti teppistici e di altro tipo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes