Il comitato per la metro alla conquista dei quartieri

Incontri a raffica in programma in tutta la città e confronti con gli amministratori Musmeci: «Il progetto del tramtreno piace a tutti, non perdiamo altro tempo» 

SASSARI. Il comitato per la metrotranvia non si ferma. Anzi, accelera. E, dopo la prima assemblea di mercoledì scorso a Sant’Orsola, che ha visto una larga partecipazione di cittadine e cittadini, mette in calendario una serie di appuntamenti istituzionali e con i quartieri. Con un incontro ieri in camera di commercio con rappresentanti di tutte le forze politiche in consiglio comunale, e appuntamenti già fissati a Santa Maria di Pisa, Li Punti e Cappuccini.

Obiettivo: portare avanti il progetto di mobilità sostenibile legato alla metrotranvia, un sistema a rete di servizio di trasporto metropolitano che colleghi i diversi quartieri di Sassari attraversati dai “binari” (direttrice Sassari – Olmedo, direttrice Sassari - Porto Torres, direttrice Sassari - Sorso), oltre che Sassari con Alghero città ed aeroporto, Porto Torres e porto commerciale e Sorso, utilizzando la rete ferroviaria esistente con il passaggio dell'intero sistema convergente su Sassari da ferroviario a tranviario, come per altro previsto dal piano urbano di mobilità, dal piano regionale dei trasporti e dalla pianificazione strategica intercomunale.

Una battaglia che il gruppo di esperti e appassionati, guidato da Rosario Musmeci, sta portando avanti da oltre un anno. E che inizia a fare breccia.

Ieri in camera di commercio (presenti esponenti di tutti gli schieramenti) il gradimento per il piano del comitato è stato trasversale. Corredato dalla notizia che la delibera del consiglio comunale del 9 agosto, con la quale si produceva una variante al Puc per l’inserimento di un percorso alternativo del secondo lotto della metropolitana leggera, non tornerà il consiglio. Una buona notizia per il comitato, che temeva che la variante, sostanziosa ma non sostanziale, potesse ostacolare il progetto proposto, che di secondo e terzo lotto prevede la totale revisione.

Revisione di cui si dovranno fare portavoce anche i quartieri. Mercoledì a Sant’Orsola il rappresentate del Comitato di quartiere Francesco Piras ha ricevuto mandato di operare «affinché si modifichi il tracciato della metropolitana con il passaggio dal regime ferroviario a quello tranviario». Lunedì alle 17.30 toccherà ai residenti di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa, convocati alla Sala Parrocchiale di Santa Maria di Pisa. Mercoledì 10 e venerdì 12 assemblee nei quartieri di Li Punti e di Cappuccini. Aspettando che i candidati sindaci battano un colpo.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes