«No all’allaccio autonomo se non si salda la morosità»

Abbanoa vince in tribunale: rigettato il ricorso del villaggio “I Lentischi” di Stintino Nel 2011 la richiesta di un contatore unico rispetto al super condominio Cala Lupo

STINTINO. Avevano presentato un ricorso al tribunale di Sassari contro Abbanoa sostenendo la legittimità della loro richiesta: avere un allaccio autonomo rispetto al super condominio di “Cala Lupo”, a Stintino, senza pagare i consumi pregressi (circa mezzo milione di euro). Ma il giudice della sezione civile di Sassari ha rigettato il ricorso dei condomini del complesso “I Lentischi” richiamando e confermando quanto stabilito dal regolamento del Servizio idrico integrato. Regolamento che stabilisce che «per ottenere il frazionamento dell’utenza principale bisogna saldare la morosità accumulata».

Nella sentenza emessa dal giudice monocratico Elisabetta Carta si legge che è stato documentato durante la causa, «nonché pacifico in quanto non espressamente contestato», che entrambi i super condomini Cala Lupo e Punta Negra «siano gravemente morosi nel pagamento dei consumi idrici ed è indubbio che la richiesta di allaccio del ricorrente configura un “frazionamento” di un’utenza principale, quella appunto del super condominio. Da ciò discende che la mancata sanatoria della morosità, anche pro quota, impedisce ad Abbanoa di procedere all’allaccio richiesto». Il giudice ha anche stabilito che Abbanoa debba restituire la somma versata dal condominio “I Lentischi” a titolo di costo di allaccio. Le spese legali sono a questo punto compensate proprio perché Abbanoa aveva ricevuto il pagamento per la pratica dell’allaccio autonomo e ora, terminato il contenzioso, deve restituire circa seimila euro.

Il ricorso del condominio I Lentischi – che faceva parte del più ampio complesso Cala Lupo – era nato perché fino al 2011 la fornitura idrica era assicurata dal super condominio ma si trattava di una fornitura parziale per via della poca pressione e del gran numero di utenze. Tanto che nelle abitazioni spesso mancava l’acqua e bisognava ricorrere alle autobotti. Per questo motivo era stato chiesto ad Abbanoa l’allaccio di una propria condotta idrica rispetto al super condominio, ossia un contatore esclusivo per le 90 utenze dei Lentischi. C’erano stati diversi sopralluoghi da parte dei tecnici di Abbanoa, verifiche dell’iter procedurale, documenti. Nell’arco di sei mesi, prima dell’arrivo della stagione estiva 2011, il fontaniere del Gestore si era adoperato in modo che l’impianto idrico – il contatore – fosse operativo. Ma poco dopo Abbanoa aveva accertato che quell’impianto era abusivo e andava staccato. Il dipendente era stato persino licenziato. Un atto illegittimo, aveva poi stabilito il giudice.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes