Omaggio ai 354 caduti e dispersi durante la Grande guerra

SASSARI. La città coltiva il ricordo, conserva la memoria di chi ha sacrificato la propria vita combattendo in battaglia. Sono 354 i caduti e i dispersi sassaresi in Friuli Venezia Giulia durante la...

SASSARI. La città coltiva il ricordo, conserva la memoria di chi ha sacrificato la propria vita combattendo in battaglia. Sono 354 i caduti e i dispersi sassaresi in Friuli Venezia Giulia durante la Grande Guerra. Soldati semplici, brigadieri, tenenti, sergenti nati a Sassari tra il 1891 e il 1900. Il loro valore in battaglia è stato riconosciuto in più di un’occasione, tanto che molti di loro sono già stati premiati con medaglie di bronzo, d’argento e d’oro. Un ulteriore riconoscimento sarà consegnato ai parenti dei caduti grazie all'evento “Albo d'oro”, patrocinato dal ministero della Difesa e promosso dall’Associazione nazionale combattenti e reduci.

Domenica 2 giugno, in occasione delle celebrazioni per la festa della Repubblica previste in piazza d’Italia, il sindaco di Sassari Nicola Sanna consegnerà ai discendenti dei caduti le medaglie all'onore.

Si tratta solo della prima tranche di consegna del riconoscimento, che stavolta sarà ritirato dai familiari di ventitrè caduti. In occasioni successive, le medaglie premio saranno consegnate ai restanti discendenti che abbiano fatto apposita richiesta al Comune.

Nella home page del sito www.comune.sassari.it è possibile ancora prendere visione dell’elenco dei caduti e scaricare il modulo di dichiarazione per il ritiro delle medaglie.

L'elenco è disponibile anche all’Informagiovani e nell’ufficio del servizio Elettorale in piazza Santa Caterina, nelle sedi di Punto Città, dell'Urp in corso Angioy e nella sede della biblioteca comunale in piazza Tola.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes